BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Catania-Verona, i protagonisti. Le ultime novità (serie A, 16a giornata)

Pubblicazione:venerdì 13 dicembre 2013 - Ultimo aggiornamento:sabato 14 dicembre 2013, 19.19

Gonzalo Bergessio (Infophoto) Gonzalo Bergessio (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA-VERONA (SERIE A 2013-2014, 16ESIMA GIORNATA): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA – Il programma della sedicesima giornata di serie A inizierà domani sera alle ore 20.45 con l'anticipo Catania-Verona allo stadio Massimino. Partita che si annuncia fondamentale per i padroni di casa, attualmente ultimi in classifica con soli 9 punti: la salvezza non è lontana, ma è chiaro che gli uomini di De Canio dovranno al più presto invertire la tendenza se vorranno evitare di scivolare in una situazione sempre più pericolosa con il passare delle settimane. Il Verona di Mandorlini è invece ripartito domenica scorsa dopo tre sconfitte consecutive, ribadendo così lo status di sorpresa della prima parte del campionato: il sesto posto con 25 punti autorizza a fare sogni europei. Eccovi dunque le notizie alla vigilia e le probabili formazioni di Catania-Verona, partita che sarà diretta dall'arbitro Damato di Barletta.

QUI CATANIA – Le statistiche di squadra inchiodano i siciliani all'ultimo posto come nella classifica reale. Il Catania è ultimo per possesso palla, numero di tiri in porta, di palloni giocati, per la percentuale di passaggi riusciti e per quella di pericolosità degli attacchi. Un disastro, che certo non può salvare il quartultimo posto per supremazia territoriale. Inoltre, il cambio di guida tecnica da Maran a De Canio è finora l'unico che non ha dato frutti in questa serie A. A discolpa dei siciliani c'è solo il grande numero di infortuni che ha colpito la squadra rossazzurra: ora però l'emergenza sta finendo (out Biraghi, Bellusci e Almiron), e i catanesi devono provare a tornare a marciare forte. Ad esempio, in attacco domani il mister potrà schierare il tridente formato da Castro, Bergessio e Barrientos, fatto che non è capitato spesso in questa stagione. Per quanto riguarda la probabile formazione, sono da sottolineare anche due dubbi: in difesa Legrottaglie è favorito su Rolin, a centrocampo Izco è in vantaggio su Tachtsidis.

QUI VERONA – I numeri dei gialloblu scaligeri sono logicamente più positivi. La squadra di Mandorlini spicca per regolarità, piazzandosi in tutte le statistiche fra il nono (percentuale di passaggi riusciti e supremazia territoriale) e il dodicesimo posto (possesso palla). Dati buoni, ma in effetti non esaltanti come il sesto posto nella classifica reale: a dare quel qualcosa in più sono le qualità dei singoli giocatori, da Toni a Jorginho e Iturbe, certamente i tre uomini-chiave per l'ottimo inizio di stagione dei veneti. Squalificato Jankovic ed infortunato Cirigliano, sono essenzialmente due i dubbi per l'allenatore: a centrocampo Donati ha ancora qualche chance, ma Hallfredsson è nettamente favorito per affiancare Jorginho e Romulo, mentre in attacco Martinho dovrebbe essere preferito a Gomez per affiancare gli intoccabili Toni e Iturbe.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.