BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Napoli-Inter (4-2): i voti della partita (Serie A, sedicesima giornata)

Napoli 

Ci mette la faccia, nel vero senso della parola, e anche il ginocchio che per poco non cede dopo il faccia a faccia con Guarin. Parata decisiva in un momento delicato.

Si impegna al massimo e mette qualche buona toppa, ma lascia troppo campo a Nagatomo nè riesce ad anticiparlo in occasione del 3-2. Diagonale inutile nel gol di Cambiasso, ma in questo casola colpa è più spalmata.

Pulisce l'area senza fronzoli, balla un pò al ritmo di Palacio ma non è il primo nè sarà l'ultimo, non sbava più dello consentito. 

Un pò più lento del compagno e quindi più in difficoltà se puntato palla a terra; più a suo agio per vie aeree, globalmente tiene.

Ancora in ritardo di condizione: più che Jonathan soffre Guarin e Palacio che spesso si decentrano dalla sue parti, forse intuendone l'affanno dal 91'PANDEV 5 Si procura un rigore e per questo si sente autorizzato a tirarlo, con buona (?) pace di Insigne: se lo fa parare.

Innesca il primo gol con l'involontaria assistenza di Nagatomo, limita progressivamente le giocate in verticale preferendo affidarsi a passaggi più sicuri.

Prestazione totale: è pronto a coprire la difesa che può appoggiarsi a lui, ma anche ad inserirsi nell'area nerazzurra. Non a caso è protagonista in due gol su quattro.

Gran gol, una coltellata al cuore dell'Inter: imprendibile destro di prima. Qualità e ritmo in attacco ma anche sacrificio nella sua metacampo dal 41'st ARMERO 6 Partecipa attivamente ad un paio di ripartente a risultato acquisito.

Lascia i riflettori a Mertnes ma ciò non gli impedisce di essere protagonista, con o senza palla: tanto movimento e il gol che chiude i conti.

Come i due colleghi abbina ad un elevato tasso tecnico un forte spirito di sacrificio; timbra la traversa con un sassata di prima e serve l'assist per il 4-2: meritava di tirare il rigore.

Quasi "cavaneggia": spesso allarga il proprio raggio d'azione sulle fasce per comunicare con a squadra, come ben sintetizza il filtrante a Dzemaili nell'azione del 2-1. Questo dopo aver timbrato il cartellino con un bel sinistro al volo dal 32'st BEHRAMI 6 L'ossigeno che serve per intasare il centrocampo e blindare il risultato.

All.BENITEZ 6,5 Non è tutto oro quel che luccica ma la prestazione resta scintillante: sta allenando alla totalità i suoi attaccanti e le risposte di oggi sono state notevoli. 

(Carlo Necchi)