BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Milan-Roma, Totti verso la panchina. Ultime novità (Serie A, sedicesima giornata)

Le probabili formazioni di Milan-Roma, monday night valido per la sedicesima giornata del campionato di Serie A: sette giocatori indisponibili per i rossoneri, tre per i giallorossi

Totti e Florenzi (Infophoto)Totti e Florenzi (Infophoto)

Emergono novità per la formazione titolare della Roma in vista dell'imminente sfida contro il Milan. Secondo quanto riporta SkySport24 l'allenatore giallorosso, Rudi Garcia, non rischierà Francesco Totti dal primo minuto: per il capitano prevista una staffetta con impiego a gara in corso, se dovesse esserci bisogno. Il tridente titolare sarà dunque composto da Gervinho a destra, Destro centralmente e Ljajic a sinistra. Nel Milan invece si va verso il tutto confermato. Grande attesa dunque per Mattia Destro che torna a San Siro (è cresciuto nelle giovanili dell'Inter): l'anno scorso al Giuseppe Meazza segnò una bella doppietta, in Coppa Italia contro i nerazzurri.

Confrontando gli indisponibili nelle probabili formazioni di Milan-Roma, si può concordare sul fatto che i rossoneri siano un pò più svaporati in questo senso. Gli assenti per la squadra di casa sono 7: il portiere Amelia, i difensori Silvestre e Abate, i centrocampisti Constant e Birsa e gli attaccanti Robinho ed El Shaarawy. Soprattutto quest'ultimo sta mancando al Milan: il suo apporto di velocità e tecnica potrebbe essere molto utile specie se sommato alle doti di Kakà e Balotelli. L'assenza di Abate invece sarà coperta dal recupero di De Sciglio, che sfortuna permettendo dovrebbe tornare a giocare con continuità. Anche la Roma deve rinunciare ad alcuni tasselli importanti, su tutti Miralem Pjanic che è squalificato. Al suo posto dovrebbe scendere in campo Bradley, giocatore più ordinato e utile in fase di ripiego ma con meno fantasia e tecnica in faretra. Assente anche l'ex Marco Borriello: al suo posto in panchina ci sarà uno tra Totti e Destro. A sinistra mancherà ancora Balzaretti, che dovrebbe tornare a disposizione nel 2014: si va verso la conferma di Dodò che sta acquisendo sicurezza.

Nelle probabili formazioni di Milan-Roma spiccano alcuni giocatori per parte, che più di altri sono attesi ad una partita da protagonisti. Il campo riesce quasi sempre a rilevare eroi a sorpresa, ma sulla carta ci sono elementi che potrebbero essere decisivi in base al loro contributo. L'ultima partita a San Siro, lo 0-0 di Champions contro l'Ajax, è stata positiva per il Milan ma amara per il centrocampista, espulso a metà del primo tempo. Questa sera Montolivo sarà ben motivato a farsi perdonare con una prestazione di rilievo: dovrebbe giocare tre le linee assieme a Kakà e a supporto di Balotelli. Questo può consentirgli di liberare il suo talento offensivo soprattutto in fase di rifinitura. Da Montolivo ci si può aspettare qualche assist succulento e i soliti tiri da fuori area, in cui si è specializzato. Per forza di cose i riflettori saranno puntati sul capitano, che dovrebbe (ma il condizionale è ancora d'obbligo) partire dal primo minuto dopo una lunga assenza per infortunio. Se giocherà avrà il solito compito di dare aria alla manovra e creare spazi per gli inserimenti offensivi dei compagni; in più dovrà cercare di essere presente in zona tiro per sfruttare le sue dori balistiche.

Conclusione di lusso per la sedicesima giornata di serie A. Stasera alle ore 20.45 a San Siro si gioca Milan-Roma, grande classica del calcio italiano e partita da non perdere. La classifica di questo campionato esalta la Roma, seconda a sorpresa, ancora imbattuta e con la possibilità di rimanere nella scia della capolista Juventus, mentre il Milan ha avuto una prima parte di stagione molto difficile, pur se bilanciata dalla soddisfazione di avere raggiunto gli ottavi di Champions League. Se i giallorossi vogliono vincere per continuare a sognare lo scudetto, il Milan deve farlo se non vorrà essere sempre più lontano anche solo dal terzo posto che in questo momento dista la bellezza di 17 punti. Eccovi dunque le ultime notizie e le probabili formazioni di Milan-Roma, che sarà arbitrata dal signor Rocchi di Firenze.

Massimiliano Allegri ha parlato così nella conferenza stampa alla vigilia: “La Roma è una grande squadra e sono la difesa meno battuta, a dimostrazione del fatto che in Italia con pochi gol subiti sei in alto. Sono una bella squadra e meritano la posizione dove si trovano. Preferirei che Totti non fosse della partita perché è un catalizzatore di gioco, mette molte palle gol, alza la qualità della squadra, quindi per noi sarebbe meglio che non giocasse. Ma credo che così non sarà. La Roma ha recuperato anche un giocatore importante che tutti davano per finito, De Rossi. Ha preso Gervinho, che è devastante, Ljajic e ha Destro. Manca Pjanic, un giocatore di grande qualità, ma al di là dei singoli la Roma è difficile da affrontare. Abbiamo diversi giocatori fuori, El Shaarawy ha avuto una ricaduta sulla frattura, Abate ha la caviglia che gli dà ancora fastidio, abbiamo avuto infortuni traumatici che non ci consentono di avere tutti a disposizione. Fortunatamente abbiamo recuperato Bonera e Mexes, mentre De Sciglio è rientrato pur non essendo al 100%. Dovrò valutare chi sarà il terzo giocatore nel tridente. Potrebbe esserci Montolivo o Saponara come trequartista, oppure Niang o Matri con Balotelli dietro Kakà. Non ho nessun rimpianto sono molto contento di essere al Milan, voglio cercare di finire il lavoro nel migliore dei modi. Ho lavorato sempre con onestà anche sbagliando ma credo di esser stato ed essere apprezzato per questo”. Ancora qualche dubbio sull'assetto, ma ci dovrebbe essere Montolivo al fianco di Kakà in appoggio a Balotelli in un 4-3-2-1 in cui dietro ai “due capitani” ci sarebbe un mediana molto forte fisicamente con Poli, De Jong e Muntari. Alla fantasia e alla qualità dovranno provvedere i tre davanti, rinfrancati dall'ottimo periodo attuale del brasiliano, dalla ripresa di SuperMario e dalla freschezza di Montolivo. Aver giocato poco contro l'Ajax oggi per lui potrebbe essere un vantaggio. In difesa Bonera preferito a Zapata.

Buone alternative a disposizione soprattutto in attacco, dove Allegri potrà contare su Pazzini (anche se non è ancora al top), Matri, Niang e pure Saponara, possibile innesto sulla trequarti. Qualche problema in più negli altri reparti: segnaliamo Nocerino a centrocampo, Zaccardo e Zapata in difesa.

L'elenco è ancora piuttosto lungo: da Amelia ai difensori Silvestre, Abate e Constant (problemi sugli esterni), passando da Birsa a centrocampo per arrivare a Robinho ed El Shaarawy in attacco. I problemi non mancano mai a Milanello, preoccupa soprattutto l'ennesima ricaduta del Faraone.