BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Sorteggio Europa League/ L'avversaria della Fiorentina: scheda dell'Esbjerg (Europa League)

Sorteggio Europa League, la scheda dell'Esbjerg. Ecco l'avversaria della Fiorentina nei sedicesimi di finale della competizione europea: i danesi sono arrivati secondi nel gruppo C

Foto Infophoto Foto Infophoto

SORTEGGIO SEDICESIMI EUROPA LEAGUE 2013-2014, L'AVVERSARIA DELLA FIORENTINA: L'ESBJERG - L'Esbjerg si è qualificato ai sedicesimi di finale arrivando secondo nel gruppo C, alle spalle del Salisburgo e davanti a Elfsborg e Standard Liegi. Il bilancio: 4 vittorie e 2 sconfitte, 8 gol realizzati e 8 subiti. Capocannoniere Mick Van Buren con 3 gol. In campionato le cose vanno peggio: penultimo posto in classifica con 18 punti (5 vittorie, 4 pareggi e 9 sconfitte con 29 gol realizzati e 28 subiti). Nel palmares ci sono cinque campionati danesi (ultimo nel 1979) e tre Coppe di Danimarca, ultima nel 2013 che peraltro è quella che ha determinato la qualificazione in Europa League. Questo è il secondo anno in SuperLiga: la promozione è arrivata nel 2012, una delle tre del club danese. 

COME GIOCA - I danesi si dispongono in campo con un 4-1-4-1. In porta il 21enne Frederik Ronnow, sulle fasce il terzino goleador Peter Ankersen (per lui anche 6 assist) e Ryan Laursen, con  la coppia centrale composta dal ghanese naturalizzato tedesco Drobo-Ampem e da Jens Berthel Askou, il veterano del gruppo. Lo schermo davanti alla difesa è Kian Hansen, difensore che si presta ad avanzare di qualche metro sul campo; le mezzepunte sono Jakob Ankersen a destra, Casper Nielsen a sinistra, pur se a volte si può spostare sulla corsia Jeppe Andersen che solitamente gioca in mezzo insieme a Hans Henrik Andreasen. Davanti titolare inamovibile Mick Van Buren, già autore di 6 reti in campionato (con 2 assist). Lo schema prevede che in fase di non possesso Hansen si abbassi sulla linea dei difensori, andando così a creare una sorta di 5-4-1 che chiude ermeticamente tutti gli spazi. Come tutte le squadre danesi anche l'Esbjerg fa della densità in mezzo al campo e delle ripartenze il suo credo di gioco. 

IL PUNTO DI FORZA - Certamente la rapidità dei suoi attaccanti e mezzepunte, come dimostrato anche dai tanti gol arrivati in campionato; la capacità di allargare il campo sfruttando l'inserimento dei terzini che arrivano puntuali alla sovrapposizione, e la freschezza di una rosa giovane e quindi con l'entusiasmo dalla sua. 

IL PUNTO DEBOLE - In difesa si balla: 36 gol subiti in 24 partite ufficiali...