BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Juventus-Avellino, le ultime novità (Coppa Italia, ottavi)

Probabili formazioni di Juventus-Avellino, ottavo di finale di Coppa Italia. Appuntamento di lusso allo Juventus Stadium per Rastelli, turnover per Conte. Le ultime notizie

Antonio Conte, terza stagione sulla panchina della Juventus (Infophoto) Antonio Conte, terza stagione sulla panchina della Juventus (Infophoto)

Cominciano questa sera gli ottavi di finale della Coppa Italia 2013-2014, che per il resto saranno disputati dopo la sosta di Natale. L'apertura spetta a Juventus-Avellino, partita che sarà giocata alle ore 21.00 allo Juventus Stadium. Sarà un incontro speciale per gli irpini, che ricordano le sfide vissute nei dieci anni in serie A dal 1978 al 1988 ma che non affrontano i bianconeri dal 1995 (Coppa Italia anche allora). Logicamente favorita la Juventus, anche perché l'obiettivo della decima Coppa nazionale ha assunto più valore da quando i bianconeri sono stati eliminati dalla Champions League. La prospettiva è quella di un quarto di finale decisamente affascinante, perché la vincente di questa partita affronterà la vincente di Roma-Sampdoria, ma guai a sottovalutare l'ostacolo che precede una possibile sfida fra le prime due della classifica. Si gioca in partita secca: in caso di parità ci saranno i supplementari ed eventualmente i calci di rigore. Eccovi ora le ultime notizie e le probabili formazioni di Juventus-Avellino, che sarà arbitrata dal signor Irrati di Pistoia.

Inevitabile un ampio ricorso al turnover da parte dell'allenatore Antonio Conte. Si comincia con Storari in porta, in difesa ci sarà spazio per Caceres, Ogbonna e Peluso che formeranno una linea difensiva comunque di ottimo valore se si considera che Caceres farà i Mondiali con l'Uruguay e Ogbonna punta ancora a una convocazione con gli azzurri. Più novità a centrocampo, dove i due titolari presenti saranno Marchisio e Asamoah, con il ghanese nel ruolo di interno sinistro perché la fascia sarà invece affidata a De Ceglie. A destra invece ci sarà Motta, tornato quest'anno a indossare la maglia bianconera dopo una stagione e mezza in prestito, e a completare il reparto ecco Padoin, che quest'anno si è guadagnato il ruolo di “quasi” titolare, cioè di giocatore fra i più impegnati se si escludono i cosiddetti 'titolarissimi' visto che già sei volte è partito nella formazione titolare prima di oggi. Infine l'attacco, dove i riflettori saranno tutti per la coppia formata da Quagliarella e Giovinco. Finora è stata una stagione difficile per entrambi, anche se il napoletano vanta due gol in Champions League (se solo Tevez segnasse come lui in Europa...): soprattutto, nessuno dei due è mai andato a segno negli ultimi due mesi, e questa partita potrebbe contribuire a dare la svolta.

In panchina diversi titolari, da Barzagli e Chiellini in difesa a Lichtsteiner sulla fascia, da Pogba a centrocampo fino a Tevez e Llorente in attacco. Insomma, tutti pronti in caso di necessità, ma citiamo pure i più giovani come Garcia Tena e Bouy ed anche il ritorno di Pepe, con l'augurio che per lui il calvario possa essere vicino alla fine dopo una sola partita giocata nell'ultimo campionato e mezzo.

Due soli i giocatori assenti, ma sono assenze di spicco: parliamo infatti dello squalificato Vidal e dell'infortunato Pirlo. Vero che se fossero stati a disposizione magari avrebbero iniziato la partita in panchina, comunque si tratta di defezioni pesanti per Conte.