BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Cagliari-Napoli, i protagonisti: le ultime novità (serie A, 17a giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Un'immagine della partita della scorsa stagione (Infophoto)  Un'immagine della partita della scorsa stagione (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI CAGLIARI NAPOLI: FERNANDEZ E DZEMAILI DAL PRIMO MINUTO, CANNAVARO KO (SERIE A, DICIASSETTESIMA GIORNATA) Si avvicina la partita Cagliari Napoli ed è giunto il momento è per i due allenatori di togliersi gli ultimi dubbi sulla formazioni da mandare in campo per questo anticipo di campionato. Fernandez Dzemaili dovrebbero prendere il posto in campo dal primo minuto rispettivamenti di Britos e Inler. Alla lista degli assenti dovrebbe aggiungersi anche quella di Cannavaro causa influenza.

PROBABILI FORMAZIONI CAGLIARI NAPOLI (SERIE A, DICIASSETTESIMA GIORNATA): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA - Si gioca in questo fine settimana la diciassettesima giornata di Serie A, ultima prima della sosta natalizia. Alle 20,45 di domani il consueto anticipo del sabato: Cagliari-Napoli. Al Sant'Elia si affrontano due squadre che arrivano da risultati positivi: se gli isolani hanno fermato il Parma al Tardini i partenopei hanno battuto l'Inter nello scontro diretto per il terzo posto. Sono 19 i punti del Cagliari, 35 quelli del Napoli: la distanza c'è e queste due squadre hanno obiettivi chiaramente diversi, ma in campo la differenza potrebbe non vedersi perchè i rossoblu sanno giocare in modo brillante e sono abituati anche a fare possesso palla. Arbitra Valeri.

QUI CAGLIARI - Cinque risultati utili consecutivi: il Cagliari ci ha decisamente preso gusto e dal 10 novembre ha inanellato tre pareggi e due vittorie, soprattuto bloccando sullo 0-0, fuori casa, due squadre come Roma e Parma, e rimontando due gol di svantaggio al Sassuolo, ribaltando poi la situazione contro un Genoa che stava vincendo al Sant'Elia. E' in salute la squadra di Diego Lopez, e in casa fa quasi paura: dei 19 punti totali 15 li ha presi qui, perdendo una sola volta  e segnando 13 dei 17 gol complessivi che ha in campionato. Sbloccatosi anche Marco Sau, con il tecnico uruguayano si gioca propositivi senza aspettare l'avversario: nono possesso palla del torneo, quasi 5 tiri a partita nello specchio della porta, più di 11 minuti di supremazia territoriale (undicesimo), nella prima metà della classifica per pericolosità offensiva (appena sotto il 50%). Insomma: il Cagliari a casa sua può essere un osso duro, e in più si presenta con tutti gli effettivi a eccezione dello squalificato Rossettini e di Ibarbo (assenza che può pesare), anche se Pinilla ha una distorsione alla caviglia ed è in dubbio (ma dovrebbe farcela per la panchina). Lopez sceglie Del Fabro in difesa e per il resto si affida ai soliti, confermando Cossu dietro a Sau e Nené e ancora con Avramov in porta: per ora Adan fa panchina, più avanti si vedrà. 

QUI NAPOLI - Continua la metamorfosi del Napoli da squadra che sfruttava in maniera letale le ripartenze a macchina costruita per imporre il suo gioco: i partenopei sono sesti per possesso palla, secondi per tiri nello specchio della porta (appena meno di 7), sesti per supremazia territoriale e secondi per pericolosità. La vittoria contro l'Inter ha però messo in mostra la bidimensionalità della squadra, che non solo controlla il pallone e avvolge la difesa avversaria, ma sa anche aspettare il momento giusto per colpire di rimessa. Ha giocatori che sembrano sonnecchiare e poi si svegliano all'improvviso, e ha il curioso dato di aver realizzato solo gol con gli stranieri: oltre ai 28 totali di Higuain (8), Callejon (8), Hamsik (6) e Pandev (6), ci sono anche i tre di Dzemaili, i due di Mertens e quelli di Britos e Inler. Chiaramente gli italiani che giocano stabilmente sono pochi, ma la statistica è comunque curiosa. Fuori dal San Paolo i punti sono 15: 5 vittorie e due sconfitte (Roma e Juventus), senza pareggi. L'attacco è uno dei migliori della Serie A e anche domani dovrebbe contare su Callejon e Higuain, pur se Pandev è favorito su Lorenzo Insigne per prendersi il posto in mezzo alla trequarti. Da vedere se sarà superato lo screzio per il rigore tirato (e sbagliato) dal macedone contro l''Inter, nonostante le richieste del gioiello di Frattamaggiore. Sempre fuori Zuniga e Mesto, non recupera nemmeno Hamsik e rimane sempre in dubbio Pepe Reina, che salterebbe la quarta gara consecutiva.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.