BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Sassuolo-Fiorentina (0-1): i voti e il tabellino della partita (Serie A, 17^ giornata)

Pagelle Sassuolo-Fiorentina (0-1): i voti e il tabellino della partita. Decide ancora Giuseppe Rossi: la Viola vince nel finale e si avvicina sempre più al terzo posto in classifica

Giuseppe Rossi: sono 14 i suoi gol in campionato (Infophoto) Giuseppe Rossi: sono 14 i suoi gol in campionato (Infophoto)

La Fiorentina batte 1-0 il Sassuolo grazie al solito Giuseppe Rossi: sono tre punti importantissimi per la Viola, che chiude alla grande il 2013 avvicinandosi al terzo posto (ora distante 3 punti) e si rilancia quindi in chiave Champions League. Per il Sassuolo una battuta d'arresto che lo riporta in zona retrocessione: l'impressione è che Di Francesco comunque non rischi il posto, ma è chiaro che da gennaio gli emiliani dovranno iniziare a concretizzare di più le occasioni create. Alcune assenze pesanti condizionano la Viola, che non gioca come sa: ne approfitta il Sassuolo che alza il ritmo e crea pericoli, ma davanti si dimostra sterile e così tiene i giochi aperti. Nel finale la miglior esperienza e classe degli ospiti viene fuori, ma la gara è stata in equilibrio e sempre piacevole. La prestazione c'è stata: mettere paura a una squadra come la Fiorentina deve essere motivo di orgoglio per Di Francesco, che però torna a casa con zero punti e vivrà un Natale agrodolce. Serve più continuità davanti: il gioco si sviluppa bene e gli attaccanti lottano su ogni pallone, ma non riescono quasi mai a capitalizzare quanto creato. Stavolta il risultato arriva con il minimo sforzo: un pareggio non avrebbe fatto gridare allo scandalo, anzi. Ma la Viola sta imparando a essere cinica: l'anno scorso probabilmente non sarebbe tornata a casa con i tre punti, oggi sì e questo è chiaramente un merito per gli uomini di Montella che continuano la caccia al terzo posto. Direzione senza troppi patemi quella del fischietto, che lascia scorrere la partita e non sembra prendere troppi abbagli. Forse qualche cartellino giallo di troppo.

Strepitoso su Rossi e in un altro paio di occasioni, poi deve capitolare a Pepito e viene salvato dal palo. Continua nel suo ottimo campionato.

Partita di grande autorità per il difensore di scuola Roma, che copre tutti i varchi con l'esperienza di un veterano. In crescita.

Anche grazie a lui il Sassuolo riesce a tenere la Fiorentina lontana dalla sua area. Fino alla rete di Rossi.

Il meno brillante del pacchetto arretrato, ma gioca comunque una partita accorta e senza errori.

E' tornato titolare e ha riacquistato fiducia: un po' timido quando deve proporsi in avanti, ma c'è sempre in appoggio e soprattutto non sbaglia niente dietro. 

Non un gigante,  ma dimostra di stare bene in mezzo al campo e aiuta Marrone prestandogli il fianco.

Difensore nella Juventus, torna nel suo ruolo naturale qui e dimostra di avere un buon futuro davanti a sè. Imposta sempre con ordine.

( Lui invece è la nota stonata: naturalmente ha caratteristiche diverse da Marrone, e in questa partita non riesce a farle emergere)

In altre uscite era stato un po' troppo timido, qui dimostra invece di aver imparato la lezione; soprattutto approfitta dell'assenza di Cuadrado e spinge con costanza, pur senza essere troppo incisivo.

Se la Juventus lo riprenderà a giugno non saremo stupiti: partita dopo partita aggiunge un pezzo in più al suo repertorio. Oggi si dedica ai ripiegamenti senza disdegnare la fase offensiva. Conte sarà stato informato a dovere. ()

A proposito di Juventus. Anche lui cresce sempre di più, pur se oggi gli è mancato il killer instinct per segnare e dare un altro volto alla partita. Resta però una bella gatta da pelare per tutti.

Tanto movimento, tanta corsa, ma anche poca sostanza. ()