BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Ciclismo/ Davide Cassani favorito come nuovo c.t. dopo l'addio di Paolo Bettini

Pubblicazione:lunedì 30 dicembre 2013

Paolo Bettini (Infophoto) Paolo Bettini (Infophoto)

CICLISMO, PAOLO BETTINI E DAVIDE CASSANI – Sono giorni di attività intensa per il ciclismo italiano, nonostante l'attività sia in pausa. Sabato è arrivata la notizia che Paolo Bettini andrà a lavorare nella nuova squadra che sta costruendo il campione di Formula 1 Fernando Alonso (notizia confermata ieri): un progetto molto atteso da tutto il mondo delle due ruote e che il pilota spagnolo ha voluto affidare per la parte più strettamente sportiva alla direzione dell'attuale c.t. della Nazionale italiana. Ora spetta alla Federazione italiana agire per trovare il nuovo commissario tecnico, e il nome che spicca come prima scelta è Davide Cassani, l'ex ciclista che in carriera è stato azzurro per ben dieci Mondiali (uno come riserva) e che da moltissimi anni è ormai apprezzato commentatore tecnico per la Rai. Il presidente federale Renato Di Rocco si è espresso così nella giornata di ieri: “Inutile nasconderlo, Cassani è il candidato numero 1. Ma c'è ancora qualcosa da valutare, sia da parte sua sia da parte nostra. Ai primi di gennaio ci incontreremo per trovare il giusto accordo. La reciproca volontà, quella, credo che esista già”. A Cassani si era già pensato nel 2010, quando si dovette sostituire all'improvviso il compianto Franco Ballerini, ma poi si decise che il suo ruolo di commentatore tv fosse altrettanto prezioso “per le sue qualità di comunicatore, anche per la sua popolarità e umanità”, ha precisato Di Rocco. Ora però nulla sembra più ostacolare la nomina di Cassani a c.t. Il diretto interessato ha sottolineato: “Tutti conoscono il mio amore per la maglia azzurra e la mia storia ai Mondiali”. La nuova sfida lo affascina, e difficilmente la Rai si opporrà. Si è espresso in modo favorevole anche lo storico c.t. Alfredo Martini. La competenza non è in dubbio, lo stesso Di Rocco ha fatto questo confronto: Bettini e Cassani hanno un approccio diverso: Paolo più istintivo, si lascia guidare dalla sua natura; Davide più riflessivo, lo guida la ragione”. Nelle ultime settimane il romagnolo era a Londra, sia per studiare l'inglese sia per approfondire la conoscenza sul boom del ciclismo britannico. Conoscenze che gli tornerebbero utili anche da c.t.



© Riproduzione Riservata.