BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Serie A/ Livorno-Milan (risultato finale 2-2): cronaca e tabellino della partita (quindicesima giornata)

Livorno-Milan (2-2): la cronaca, il tabellino e il risultato della partita, anticipo della quindicesima giornata di serie A. Doppietta di Balotelli, in gol anche Paulinho e Siligardi

Massimiliano Allegri torna nella sua città (Infophoto)Massimiliano Allegri torna nella sua città (Infophoto)

L'anticipo della quindicesima giornata di serie A Livorno-Milan è finito con il punteggio di 2-2, un pareggio che dà morale ai toscani e rinforza la panchina di Davide Nicola, che ha sorriso grazie alle reti messe a segno da Luca Siligardi e Paulinho, mentre serve a poco ai rossoneri. Il 'profeta in patria' Massimiliano Allegri può esultare per la doppietta di un ritrovato Mario Balotelli, ma la squadra continua a non convincere. SuperMario ha aperto e chiuso la partita (anche con una traversa di potenza impressionante), ma in mezzo c'è stato tanto Livorno, e i labronici hanno sicuramente meritato il pareggio che li porta a quiota 13 punti in classifica. Il Milan sale invece a 18, ma resta sempre troppo lontano dalle posizioni a cui punta. Ora i rossoneri sono attesi dal trittico Ajax-Roma-Inter: da qui a Natale ne sapremo molto di più sulla stagione degli uomini di Allegri.

Livorno (3-5-2): Bardi, Coda, Emerson, Ceccherini, Schiattarella, Luci, Biagianti, Duncan (94' Rinaudo), Mbaye (93' Lambrughi), Siligardi (76' Greco), Paulinho. A disp. Aldegani, Anania, Valentini, Belingheri, Emeghara, Gemiti, Benassi, Mosquera, Borja. All. Nicola. Milan (4-3-2-1): Gabriel, Zapata, Mexes, Emanuelson; Nocerino (60' Niang), Montolivo, De Jong, Poli (77' De Sciglio), Birsa (39' El Shaarawy), Kakà, Balotelli. A disp. Abbiati, Coppola, Vergara, Constant, Bonera, Cristante, Saponara, Matri. All. Allegri.

Arbitro: Guida.

Marcatori: 7' Balotelli (M), 27' Siligardi (L), 58' Paulinho (L), 83' Balotelli (M).

Ammoniti: El Shaarawy (M), Paulinho, Mbaye, Biagianti, Emerson, Coda (L).

Grandissimo gol di Mario Balotelli al 38' del secondo tempo. Si guadagna una punizione dai 28 metri in posizione centrale al termine di un'azione personale insistita. Calcia lui: sistema il pallone e prende una rincorsa decisa. Colpisce il pallone di collo pieno: la palla viaggia velocissima e brucia Bardi che rimane immobile, osservando la rete gonfiarsi. Doppietta per Supermario e sesto gol in campionato. 

Dopo 5 minuti da un'occasione d'oro non sfruttata da Balotelli (che ha calciato addosso a Bardi), il Livorno ringrazia e mette la freccia. Sfruttando un'amnesia della difesa rossonera, mal posizionata, Paulinho si trova lanciato a tu per tu con Gabriel, sul pallone servitogli dell'ottimo Siligardi. L'attaccante degli amaranto non perdona il portiere avversario e con una rasoiata sul primo palo sigla il vantaggio. 2-1 Livorno: il Picchi esplode

Il primo tempo Picchi finisce 1-1. Il Milan parte bene e trova il vantaggio al 7' con Balotelli che servito da Kakà (autore di un ottima iniziativa sull'out di sinistra) gonfia la rete con un gol un po' fortunoso, colpendo la palla prima col tacco sinistro e poi con la scarpa destra. Il Livorno reagisce subito: prima un colpo di testa di Dunca, poi un diagonale di Paulinho fanno capire che gli amaranto sono vivi. Al 20' ci prova Emerson su punizione, ma Gabriel blocca in presa. Al 26' Siligardi ristabilisce la parità con un mancino violento e angolato che sorprende l'estremo difensore rossonero. Allegri ha già operato un cambio: al 38' dentro El Shaarawy e fuori uno spento Birsa. 

Il Livorno acciuffa il pari grazie a Luca Siligardi. Dopo essersi trovati sotto, i padroni di casa si sono fatti vedere con insistenza dalle parti di Gabriel. Al 26’ minuto è l’esterno offensivo di Nicola a trovare il giusto varco per ristabilire la parità: si libera ottimamente al limite dell’area e scocca un mancino potente e angolato. Il pallone tocca per terra e il rimbalzo beffa Gabriel. Intervento non perfetto dell’estremo difensore brasiliano, ma la conclusione dell’ex Inter era davvero violenta a angolata. 

Dopo 7 minuti pimpanti, il Milan mette la testa davanti grazie a un gol rocambolesco di Mario Balotelli. Su una situazione di mezzo contropiede Kakà si libera ottimamente sulla corsia di sinistra, entra in aria e mette in mezzo un bel pallone rasoterra sul quale Bardi non riesce ad intervenire. Il più lesto di tutti è Supermario che di tacco colpisce il pallone che gli rimbalza sull'altro piede. Non fa niente: il pallone rotola dolcemente in porta: è 0-1

Bardi; Coda, Emerson, Ceccherini; Schiattarella, Biagianti, Luci, Duncan, Mbaye; Siligardi; Paulinho. A disposizione: Anania, Rinaudo, Valentini, Gemiti, Decarli, Lambrughi, Benassi, Borja, Mosquera, Greco, Emeghara, Belingheri. All. Nicola.  Gabriel; Poli, Zapata, Mexes, Emanuelson; Montolivo, De Jong, Nocerino, Birsa, Kakà; Balotelli. A disposizione: Abbiati, Coppola, Bonera, De Sciglio, Zaccardo, Cristante, Saponara, El Shaarawy, Matri, Niang. All. Allegri.

Livorno chiuso per non concedere molte possibilità a due grandi campioni come Kakà e Balotelli, e poi pronto ad innescare in velocità il bomber Paulinho. Questo sarà lo schema tattico più probabile dell'anticipo di serie A che andrà in scena fra poco all'Ardenza, anche perché la crescita del Milan nelle ultime giornate indurrà prudenza agli ospiti, che devono impedire a Kakà e SuperMario di agire come più piace a loro. Il Milan ha ancora tanti assenti, soprattutto sulle fasce, e questo potrebbe essere un punto a favore dei padroni di casa toscani, che potranno anche puntare sul sostegno del pubblico dello stadio Picchi, sempre molto caldo, nella ricerca di un risultato utile dopo tre sconfitte consecutive.

Un Milan in ripresa affronta un Livorno reduce da tre sconfitte consecutive: prevedibilmente, i favori del pronostici vanno tutti agli uomini di Allegri in questo anticipo della quindicesima giornata di serie A. L'agenzia di scommesse sportive Snai pagherà 1,53 volte la posta in caso di successo dei rossoneri del livornese Allegri, mentre in caso di pareggio si salirà a quota 4,00 e si arriverà fino a 6,00 se il Livorno farà valere con una vittoria il fattore campo. Non si prevedono moltissimi gol: l'Under 2,5 è infatti leggermente favorito sull'Over, essendo quotato a 1,80 contro 1,90 per l'ipotesi più favorevole a una partita ricca di gol. I bookmakers sono abbastanza fiduciosi nelle possibilità del Milan di passare in vantaggio già nel primo tempo: il segno “2” dopo 45 minuti è quotato a 2,10, mentre si sale di poco per il pareggio (2,35) ma decisamente di più in caso di vantaggio labronico (5,75). Infine, vi segnaliamo che i due risultati esatti più probabili sono le vittorie milaniste per 1-0 (5,75) oppure 2-0 (6,00).

Questa sera alle ore 18.00 si gioca Livorno-Milan: lo stadio Armando Picchi della città toscana ospita dunque il primo dei due anticipi del sabato per la quindicesima giornata del campionato di serie A. L'arbitro sarà il signor Guida di Torre Annunziata, che avrà il compito di dirigere una partita molto delicata per la classifica di entrambe le formazioni. Infatti i labronici di Davide Nicola sono reduci da tre sconfitte consecutive che li hanno fatti scivolare al terzultimo posto, dunque in piena lotta per non retrocedere, e ottenere un risultato di prestigio contro una big farebbe bene sia per i punti sia per ridare entusiasmo e convinzione ad una squadra e ad una città che ne hanno bisogno. D'altra parte però il Milan è appena cinque punti più su, e questo significa che i rossoneri di Massimiliano Allegri sono molto lontani dalle posizioni che normalmente competono ad un club così titolato. Le ultime due vittorie tra campionato e Champions League hanno bloccato l'emorragia, ma ora bisognerà inanellare una serie di successi consecutivi per cercare una rimonta che non sarà semplice. Esigenze che si scontreranno, solo una delle due squadre uscirà soddisfatta dal campo, forse di più il Livorno in caso di pareggio dato che un punticino al Milan servirebbe poco o niente. Il bilancio delle partite giocate all'Ardenza è equilibrato, con sette vittorie per gli amaranto, cinque pareggi e sei successi rossoneri. Dunque il Picchi non è un campo facile per il Milan. L'ultima sfida risale al 13 settembre 2009 e fu un pareggio a reti inviolate (0-0): al termine di quella stagione il Livorno retrocesse, e la sfida torna dunque a quattro anni di distanza. La partita di questa sera sarà speciale per Massimiliano Allegri, livornese doc e cresciuto da calciatore nella squadra della sua città. Il Milan vanta anche un altro illustre ex labronico, cioè il portiere Marco Amelia (che è però fuori causa per infortunio), mentre in casa Livorno il capitano Andrea Luci toccherà proprio oggi la bella quota di trecento partite tra i professionisti. Ben cinque giocatori del Livorno sono cresciuti nell'Inter: per Bardi, Duncan, Mbaye, Benassi e Siligardi sarà una partita speciale, quasi un derby.

Il Livorno finora ha raccolto 12 punti, frutto di tre vittorie, altrettanti pareggi e otto sconfitte. In casa il bilancio è logicamente migliore: due vittorie, altrettanti pareggi e tre sconfitte, ma anche otto punti in sette partite non è un bilancio esaltante considerando che la salvezza andrà costruita soprattutto tra le mura amiche. Il problema è però il netto calo di rendimento nelle ultime giornate: l'ultima vittoria risale al 3 novembre, 1-0 casalingo contro l'Atalanta. Da allora sono arrivate tre sconfitte consecutive contro Inter (2-0), Juventus (0-2 casalingo) e Chievo (3-0) che hanno peggiorato la classifica. Vero che due di queste tre sconfitte sono arrivate contro squadre oggettivamente superiori, ma preoccupano il crollo nello scontro diretto contro i gialloblù e il fatto che in queste tre partite il Livorno non è stato capace di segnare nemmeno un gol. La panchina di Nicola non sembra più del tutto salda, anche se il presidente Aldo Spinelli lo ha confermato e ha promesso rinforzi in sede di calciomercato a gennaio. Contro il Milan il calendario impone una nuova sfida ad alto tasso di difficoltà, ma se le cose andassero bene potrebbe essere la svolta. Dal canto loro, i rossoneri mercoledì avranno la decisiva partita di Champions League contro l'Ajax, ma non possono permettersi di sottovalutare l'impegno di oggi. Infatti l'ottavo posto a ben venti punti dalla Juventus capolista, e pure a quattordici punti di distanza dal terzo posto del Napoli, impone al Milan di cercare la vittoria in ogni partita. Finora sono arrivate quattro vittorie, cinque pareggi e altrettante sconfitte, e avere ottenuto finora più rovesci che trionfi è situazione anomala. In trasferta, poi, la vittoria a Catania di domenica scorsa è stata la prima di questo campionato, dopo tre pareggi e altrettante sconfitte. Una litania di numeri negativi, compreso il fatto che il miglior realizzatore dei rossoneri, cioè Mario Balotelli, ha segnato solamente quattro gol. Da SuperMario e da Kakà deve arrivare la scossa per iniziare la risalita. Ma ora non è più tempo per le parole: la linea deve andare allo stadio Picchi, dove la diretta dell'anticipo di serie A Livorno-Milan sta per cominciare...