BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Inter-Parma, i ballottaggi (Serie A, quindicesima giornata)

Infophoto Infophoto

La quindicesima giornata del campionato serie A si chiude con il consueto posticipo della domenica sera, le due squadre chiamate in causa sono Inter e Parma che si affronteranno sul manto erboso del Meazza sotto la direzione dell’arbitro Valeri. Le dueformazioni sono distanti 10 punti in classifica con i nerazzurri avanti a quota 27. I ragazzi di Mazzarri si trovano in quarta posizione e l’obiettivo stagionale rimane al momento la qualificazione in Champions League: di sole tre lunghezze in avanti c’è il Napoli che, dopo due passi falsi in campionato contro la Juventus e il Parma, è tornato a vincere. L’Inter viene dal pareggio della quattordicesima giornata contro la Sampdoria e oggi si ritrova a dover fare i conti contro una squadra che sta collezionando punti fondamentali per raggiungere al più presto quota 40. Il Parma è reduce da due vittorie e un pareggio, e oggi proverà a fermare la corsa dei nerazzurri sul difficile campo del Meazza: anche un solo punto potrebbe essere molto utile per il futuro. Andiamo a vedere la situazione delle due squadre alla vigilia del match di domani, quali saranno le scelte degli allenatori e i giocatori a disposizione.

Il tecnico toscano è deciso più che mai a invertire il trend delle ultime gare per far tornare alla vittoria la propria squadra. A parte la parentesi positiva contro il Trapani in Coppa Italia, il successo netto non arriva da tre giornate, ossia dalla gara casalinga contro il Livorno. Nagatomo molto probabilmente non scenderà in campo dal primo minuto, per il giapponese ancora lavoro a parte. Samuel è tornato ad allenarsi in gruppo ma anche lui non andrà in panchina per la partita contro il Parma. Gli altri ancora fuori sono Chivu, Icardi e Milito. Taider molto probabilmente affiancherà Cambiasso nella mediana di centrocampo. Stando ai dati statistici dei nerazzurri, l’Inter è una squadra che effettua un possesso palla che si aggira sul 53%, le palle giocate sono 592 e i passaggi andati a buon fine son il 53,6%. Per quanto riguarda la fase offensiva, i ragazzi di Mazzarri tirano in media nello specchio della porta 6 volte su 15 e possono vantare una supremazia territoriale di 12’:58’’. Alvarez è il record man di questa squadra per quanto riguarda gli assist, ben 24 di cui 4 vincenti, mentre il giocatore più pericoloso è Palacio con 7 reti all’attivo.

Dopo il pareggio di settimana scorsa nel derby emiliano contro il Bologna, Donadoni vuole tornare a San Siro per fare punti. Nel match di settimana scorsa il Parma non è riuscito ad approfittare al meglio dell’espulsione di Sorensen ma comunque è riuscito a mettere in piedi un gioco che ha costretto gli avversari a chiudersi nella propria metà campo per più di 45 minuti. Il tecnico parmense dovrebbe confermare la formazione dell’ultimo incontro eccezion fatta per Acquah, dato che Gargano rientrerà ad affiancare Marchionni e Parolo. In avanti Sansone è ancora in vantaggio su Amauri. Tra gli infortunati sembra che Okaka sia l’unico che probabilmente riuscirà a recuperare in vista della sfida al Meazza; Galloppa, Pavarini e Obi ancora out. Il Parma è una squadra che tiene la palla mediamente per il 47% dei minuti totali, le palle giocate sono 547 e la percentuale dei passaggi andati a buon fine è 65,2%. In attacco la formazione emiliana calcia nello specchio della porta in media 5 volte su 11 tentativi e ha una supremazia territoriale che ammonta a 9’:48’’.

© Riproduzione Riservata.