BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Roma-Fiorentina (2-1): i voti della partita (Serie A, 15^giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Roma

De Sanctis, 7: ha salvato con una prodezza il gol su una punizione di Pasqual quando il risultato era di 2 a 1; sicuro anche nelle uscite e nel comandare il reparto arretrato della sua squadra.

Maicon, 6,5: oltre il gol tante accelerazioni e diversi spunti in fase offensiva; soffre ogni tanto dietro ma alla fine se la cava con l'esperienza.

Castan, 6,5: salva una rete chiudendo benissimo su Rossi; per il resto è sempre preciso e interviene con  i tempi giusti in ogni circostanza.

Benatia, 6,5: come il compagno di reparto è preciso in quasi tutte le situazioni difensive e rischia anche di trovare il gol in fase offensiva.

Dodò, 5,5: sulla sinistra soffre e parecchio; non tiene Cuadrado e dal suo lato nasce il gol del momentaneo pareggio della Fiorentina.

Strootman, 6: colpisce un palo rischiando così di segnare ancora, ma sbaglia anche parecchio in fase di costruzione del gioco. Lotta comunque come un leone.

De Rossi, 6,5: a centrocampo è una diga eretta davanti alla propria difesa; recupera moltissimi palloni e li smista sempre con precisione; rischia anche lui di trovare il gol.

Pjanic, 6: gioca con precisione e fa girare bene palla a centrocampo; prende due cartellini gialli e si fa espellere, lasciando in dieci la sua squadra nel finale.

Florenzi, 5: inesistente, non si vede mai e non entra mai nel vivo della partita. (Destro, dal 57', 6,5: entra, corre e segna ritrovando il gol al suo debutto stagionale. (Bradley, dal 88', senza voto).

Ljajic, 5,5: ha diverse occasioni, spesso però sotto porta è molle e non disputa una delle sue migliori partite. (Taddei, dal 71', senza voto).

Gervinho, 8: senza dubbio il migliore; è costantemente il più pericoloso, si trasforma in assist man dando avvio alle azioni dei gol della Roma; unica pecca è non aver trovato il gol, ma se gioca così non si può dirgli niente.

All. Garcia, 7: mette in campo una squadra cattiva che gioca per vincere; azzecca il cambio di Destro e tiene aperto il campionato rimanendo a tre punti dalla Juventus.

(Matteo Lambicchi)


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >