BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Galatasaray-Juventus: le notizie sul recupero (Champions League, gruppo B)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Paul Pogba contro Umut Bulut nella partita di andata (Infophoto)  Paul Pogba contro Umut Bulut nella partita di andata (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI GALATASARAY-JUVENTUS (CHAMPIONS LEAGUE GRUPPO B): LE NOTIZIE SUL RECUPERO – Oggi pomeriggio si tornerà in campo alle ore 14.00 italiane per riprendere Galatasaray-Juventus di Champions League, interrotta ieri sera al 31' minuto del primo tempo a causa di una vera e propria bufera di neve che si è abbattuta sulla metropoli turca. Per quanto riguarda le formazioni che scenderanno in campo per giocare i 59 minuti più recuperi di questa seconda parte della partita, non sono attese particolari novità. Già ieri sera naturalmente sia Roberto Mancini sia Antonio Conte avevano scelto i loro uomini migliori per affrontare una partita decisiva per la qualificazione agli ottavi di finale (alla Juventus basta il pareggio, il Galatasaray deve vincere), ed è difficile ipotizzare che 31 minuti di gioco li spingano a pensare a cambiamenti o a turnover. Dunque, almeno inizialmente non vedremo novità, con i padroni di casa giallorossi schierati con il 4-2-3-1 che vedrà Eboue, Sneijder e Burak Yilmaz in appoggio a Drogba e la Juventus che risponderà con il 3-5-2 con la coppia d'attacco Tevez-Llorente. Proprio l'attaccante spagnolo dei bianconeri ci aveva regalato l'unica emozione della partita prima della bufera che ha fatto rinviare tutto a oggi pomeriggio, quando la Turk Telecom Arena si spera sarà meno gelida. Di certo in orario lavorativo sarà meno bollente il tifo: un vantaggio che la Juventus dovrà sfruttare. CLICCA QUI PER SEGUIRE E COMMENTARE IN TEMPOREALE LA PARTITA GALATASARAY JUVENTUS

PROBABILI FORMAZIONI GALATASARAY-JUVENTUS, GLI ASSENTI - Sta decisamente meglio il Galatasaray: Hamit Altintop quest'anno ha giocato solo 4 partite e non era certo un insostituibile, partendo spesso e volentieri dalla panchina. Conte deve fare a meno del suo regista Andrea Pirlo, senza il quale la manovra della Juventus perde qualcosa in termini di brillantezza e imprevedibilità. Un sostituto naturale non c'è, pertanto bisogna adattare Pogba che non ha nelle sue corde il lavoro di impostazione classica. Pepe ormai non conta: è fuori da un anno e mezzo, i bianconeri hanno trovato il loro assetto dimostrando di saper dominare anche senza il suo apporto (ma Conte la vede, giustamente, in maniera diversa rispetto all'indisponibilità del romano). Giovinco è una pedina in meno per l'attacco, ma certo in questa stagione non è stato troppo utilizzato.

PROBABILI FORMAZIONI GALATASARAY-JUVENTUS, I BALLOTTAGGI - Poche le indecisioni per Roberto Mancini e Antonio Conte. Nel Galatasaray Wesley Sneijder non è al meglio, ma il tecnico di Jesi ha detto che l'olandese è per lui fondamentale o quasi e dunque dovremmo vederlo in campo dal primo minuto. Davanti tutto confermato con Drogba e Burak Yilmaz, l'unico cambio dell'ultim'ora potrebbe essere in difesa dove Gulselam potrebbe fare spazio a Gokhan Zan. Per quanto riguarda la Juventus è tutto confermato: l'indisponibilità di Pirlo obbliga Conte a fare di necessità virtù e dunque a centrocampo le scelte sono quelle. Davanti la coppia che dà più garanzie è Tevez-Llorente: giocano loro senza discussioni, anche perchè Vucinic ha avuto un problema fisico venerdi sera e Quagliarella può essere l'arma tattica dalla panchina.

PROBABILI FORMAZIONI GALATASARAY-JUVENTUS, I PROTAGONISTI - Parata di stelle quella che vedremo questa sera all'Ali Sami Yen. A cominciare dagli allenatori: Roberto Mancini e Antonio Conte sono due vincenti, lo erano sul campo e lo sono in panchina. Galatasaray-Juventus sarà scontro tra due squadre che fanno del gruppo la vera forza, ma non si può non parlare di alcune individualità che possono fare la differenza in una partita bloccata come potrebbe essere quella di stasera. GALATASARAY, IL PROTAGONISTA E'… DROGBA - Inevitabile. Intanto, nella sua carriera ha segnato tre gol alla Juventus: due con la maglia del Chelsea, uno all'andata di questo girone. Tutti decisivi, come decisivo è stato lui nel corso della straordinaria carriera: il Galatasaray lo ha acquistato sperando di fare un salto di qualità importante. Certo da solo non può vincere le partite, ma intanto un anno fa ha messo paura al Real Madrid e quando si muove in campo bisogna sempre avere gli occhi anche dietro la testa. JUVENTUS, IL PROTAGONISTA E'… LLORENTE - Carlos Tevez non segna in Champions League da 20 partite: potrebbe sbloccarsi stasera e lo sperano tutti, ma l'uomo dal quale possono passare i destini bianconeri è lo spagnolo, in rete in tre delle ultime cinque partite giocate dalla Juventus e sempre più decisivo anche con movimenti, sponde e protezione del pallone. Era un oggetto misterioso, si è trasformato in insostituibile: tutto lavoro suo, e la fiducia di Conte. Ovviamente, da citare anche Gigi Buffon: in una partita che si deve quantomeno pareggiare, avere alle spalle un portiere che para il possibile e anche qualcosa in più fa psicologicamente (e non solo) la differenza. 

PROBABILI FORMAZIONI GALATASARAY-JUVENTUS (CHAMPIONS LEAGUE 2013-2014, SESTA GIORNATA GRUPPO B): LE ULTIME NOTIZIE – Serata decisiva in Champions League oggi. Alle ore 20.45 alla Turk Telecom Arena si gioca Galatasaray-Juventus, partita valida per la sesta e ultima giornata del gruppo B. Se vincono i turchi, passano il turno eliminando i bianconeri, che dalla loro parte hanno invece a disposizione due risultati su tre. Sarà un ambiente infuocato, che cercherà di spingere i propri beniamini agli ottavi di finale, ma la Juventus potrà fare affidamento su un ottimo periodo di forma, come dimostrano le ultime sette vittorie consecutive. Sarà anche un duello interessante fra due allenatori italiani, Roberto Mancini ed Antonio Conte, e del resto nel Galatasaray giocano anche diverse vecchie conoscenze del nostro calcio. Eccovi dunque le ultime notizie e le probabili formazioni di Galatasaray e Juventus, che saranno dirette dall'arbitro portoghese Proenca.

FORMAZIONE GALATASARAY – Così ha parlato Roberto Mancini nella conferenza stampa alla vigilia della partita: “Come giocheremo? Ve lo dico dopo la partita. Sneijder sta bene, ma decidiamo domani mattina (oggi, ndR). La gara sarà difficile per entrambi, forse più per noi visto che abbiamo un risultato solo. Faremo di tutto per vincerla, il pubblico ci darà una mano. L'importante è tenere in difesa, prendendo gol diventerebbe difficile, e non scoprirci troppo all'inizio. Dura 90 minuti, non dimenticatelo. Loro di sicuro perdono qualcosa senza Pirlo. Hanno diversi giocatori per sostituirlo, tutti bravi, ma l'assenza pesa. Questa non è la partita della vita per me. Sono qui da due mesi, stiamo migliorando, ma un po' di tempo ci vuole. Il presidente ha detto che se usciamo non è la fine del mondo? Un'osservazione intelligente, è una partita e non una guerra. Forse ora la Juventus è in un momento migliore del nostro, ma faremo di tutto per vincere. E passare in un girone con i bianconeri e il Real sarebbe davvero una gran cosa”. La prima buona notizia per Mancini è il recente recupero di Muslera in porta. All'ex bianconero Felipe Melo saranno affidate le chiavi del centrocampo mentre – pur con tutte le cautele del caso – è difficile pensare che il mister rinunci a Sneijder se non vi sarà proprio obbligato. Dunque il Galatasaray schiererà il suo attacco migliore, con l'olandese ex Inter alle spalle della coppia formata da Drogba e Burak Yilmaz.

PANCHINA GALATASARAY – In panchina l'elemento di spicco sarà inevitabilmente Umut Bulut, incubo per i bianconeri da quando all'andata segnò a pochi minuti dalla fine il gol del pareggio del Galatasaray. Altri due nomi da tenere presenti fra quelli a disposizione di Mancini sono il giovane talento portoghese Bruma e l'olandese Amrabat.

INDISPONIBILI GALATASARAY – Un solo giocatore assente, ma si tratta di un'assenza pesante per i turchi. Parliamo infatti di Hamit Altintop, un passato tra Schalke 04, Bayern Monaco e Real Madrid, tornato in patria per la parte finale della carriera. Un elemento di grande esperienza che avrebbe fatto molto comodo a Mancini in una partita come questa.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LE PROBABILI FORMAZIONI DI GALATASARAY-JUVENTUS (CHAMPIONS LEAGUE 2013-2014, SESTA GIORNATA GRUPPO B)


  PAG. SUCC. >