BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CLASSIFICA SERIE A/ I risultati delle partite (24esima giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Victor Ibarbo esulta dopo il primo gol in questa stagione (Infophoto)  Victor Ibarbo esulta dopo il primo gol in questa stagione (Infophoto)

CLASSIFICA SERIE A, I RISULTATI DELLA 24ESIMA GIORNATA - Giornata ricca di emozioni la 24esima di serie A, quinta di ritorno. L'Inter piega 3-1 in casa il Chievo e scavalca di nuovo il Milan, complicando maledettamente i piani di Allegri. La reazione che voleva Stramaccioni, alla fine, è arrivata e contro i veneti si sono rivisti Milito (titolare e gol) e anche Stankovic. Insomma tante note liete, che rilanciano le ambizioni nerazzurre in questo campionto. Ma vediamo come è andata l'Intera giornata. Archiviati gli anticipi di alta classifica (2-0 della Juventus sulla Fiorentina, 1-1 tra Lazio e Napoli), cominciamo dal campo più atteso: quello di Marassi. La Roma ripartiva da Aurelio Andreazzoli: il post Zeman segnato dall'inventore del 4-2-3-1 ripartiva proprio da dove quello schema era nato, a Marassi contro la Sampdoria. E' finita con un tracollo: 3-1 per i blucerchiati e giallorossi che non vincono da sei giornate. Succede di tutto: annullato un gol a Lamela (posizione regolare per lui, l'assistente "rimedia" a una posizione irregolare non segnalata a Marquinhos), poi la Sampdoria passa con Estigarribia. La Roma può rimediare subito: rigore per fallo di Gastaldello su Osvaldo, dal dischetto lo stesso argentino che "strappa" il pallone a Totti ma tira debolissimo cercando di spiazzare Romero, che invece para. Ribaltamento, punizione e gol di Sansone. La Roma si scuote con la rete di Lamela, ma subito dopo Icardi di testa (settimo gol nel 2013) manda in paradiso la Sampdoria che vola a quota 28 punti. L'altra grande attesa era per il Milan, che poteva avvicinare la Lazio a un solo punto in attesa della replica dell'Inter (che gioca questa sera contro il Chievo non si è fatta attendere). Missione fallita, anzi: i rossoneri hanno giocato un brutto primo tempo, chiuso dal gol subito da Ibarbo, l'ennesimo su calcio piazzato. Nel secondo tempo la squadra di Allegri ha reagito ma non è mai riuscita a segnare, fino al rigore (netto: cintura evidente di Astori, che è stato espulso per doppia ammonizione, su Balotelli) che Super Mario ha trasformato per il terzo gol in due partite. Milan che sale a 41, ma si ritrova nuovamente trovare dietro l'Inter vincente a San Siro. Sale invece forte l'Udinese, da questa sera settima in classifica insieme al Catania (che pareggia 0-0 a Bergamo in una partita sostanzialmente priva di emozioni): decide un gol di Pereyra dopo sette minuti, il Torino era in striscia positiva da sette giornate ma questa volta non è riuscito a opporre resistenza, trovando solo una traversa con Cerci (per i friulani invece un palo con Maicosuel). In coda, due pareggi per 1-1: il Siena sogna il colpo grosso a Bologna passando in vantaggio con la seconda rete consecutiva di Emeghara, ma l'uomo dei gol pesanti Kone mette tutto a posto e avvicina il Bologna un altro passo verso la salvezza. Stesso risultato a Palermo, succede tutto nel finale: Bergodi manda in campo Bjarnason che spezza l'equilibrio, Malesani vede le streghe all'esordio sulla panchina dei rosanero ma Diego Fabbrini trova il primo gol con la maglia del Palermo e mantiene viva la rincorsa, pur se la squadra resta inchiodata all'ultimo posto. Quantomeno i siciliani non perdono terreno rispetto al penultimo posto: il Genoa nell'anticipo dell'ora di pranzo domina il Parma ma non passa, fermandosi così a 22 punti. Per il Parma striscia di sconfitte che si ferma a 2, ma i ducali non vincono da quattro turni.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER I RISULTATI DELLA 24ESIMA GIORNATA E LA CLASSIFICA DI SERIE A



  PAG. SUCC. >