BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TORNEO DI VIAREGGIO 2013/ Chiarenza: Juventus, buona la prima. Bianconeri favoriti per il successo finale (esclusiva)

Pubblicazione:martedì 12 febbraio 2013

Lo stadio di Viareggio (Infophoto) Lo stadio di Viareggio (Infophoto)

TORNEO DI VIAREGGIO 2013, PARLA VINCENZO CHIARENZA (ESCLUSIVA) – Ieri è iniziata l'edizione numero 65 del Torneo di Viareggio, purtroppo con molte partite condizionate dal maltempo (oggi però la situazione è migliorata). Tra le grandi del calcio italiano hanno vinto la Juventus campione in carica, l'Inter, il Torino - clamoroso 8-0 sull'Honefoss -, la Sampdoria e il Parma, mentre è stato sconfitto il Genoa (clicca qui per i risultati di ieri). Insomma, risultati in complesso soddisfacenti per le formazioni italiane più importanti per un Torneo di Viareggio che dovrà comunque ancora entrare nel vivo: oggi esordiscono la Roma, il Milan, la Fiorentina, il Napoli e la Lazio (clicca qui per il programma delle partite di oggi). Per parlare del Viareggio abbiamo sentito Vincenzo Chiarenza, già responsabile in passato del settore giovanile della Juventus, vincitore fra l'altro proprio della Coppa Carnevale nel 2004 e nel 2005. Eccolo in questa intervista per ilsussidiario.net.

 

Come giudica questa prima giornata del Torneo di Viareggio? Io ho guardato solo la Juventus e devo dire che partire bene non è cosa da poco. La squadra ha dimostrato di essere in forma e questo mi fa molto piacere. Non posso invece giudicare le altre squadre.
Quali giocatori si sono già messi in mostra? Beltrame della Juventus ha dimostrato di essere un buon giocatore, un attaccante di grande valore tecnico che potrebbe avere un futuro molto importante.
Torino travolgente, cosa pensa dell'inizio della squadra granata? E' da tempo che il Torino a livello giovanile gioca un buon calcio, con un vivaio che esprime una qualità tecnica di grande valore. Questo è merito di Longo e di Bava, che stanno lavorando nel migliore dei modi. Si può dire tranquillamente che il vivaio del Torino è tornato a livelli molto alti.
Ha avuto senso ieri giocare molte partite in campi di fatto impraticabili? Purtroppo ogni anno si ripresenta lo stesso problema, visto che si gioca in una stagione in cui piove tanto, oppure addirittura nevica e comunque c'è spesso maltempo. L'unica soluzione, a parte spostare questa manifestazione, sarebbe giocare su campi sintetici.
Ritiene giusta la formula del torneo?


  PAG. SUCC. >