BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

TORNEO DI VIAREGGIO 2013/ Pezzuto (ag. FIFA): vi presento il Lecce, da Marco Bleve al nuovo Sau. Contro il Napoli sarà... (esclusiva)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Giancarlo Malcore, sempre nel giro della prima squadra. Lui è un fuoriquota essendo del 1993; è molto esplosivo. E poi c'è Davide Gaetani, classe '95: non so se giocherà oggi, ma molti lo paragonano a Marco Sau. Anche lui è un buon elemento di prospettiva. Infine Di Mariano, noto a tutti perchè è nel giro della Nazionale Under 16; è un '96 molto importante.

In porta chi gioca? Marco Bleve, classe '96. Lo seguo da diversi anni: è un dodicesimo aggiunto, perchè i suoi rilanci possono diventare assist importanti per gli esterni del Lecce. Gioca molto bene con i piedi, è un elemento davvero importante in questa squadra, è già nel giro della Nazionale di Bertotto (l'Under 21 di Lega Pro, ndr)

Insomma: Napoli-Lecce da vedere? Sarà una partita interessante, importante per capire le ambizioni per questo torneo; andando avanti troveranno squadre come Juventus, Inter, Torino e Milan. Credo però che ci saranno delle sorprese. 

Sono queste quattro le favorite per la vittoria? Sì, ma ho visto anche la Roma: è una squadra ben organizzata, nella prima partita ha fatto giocare dei '96 molto interessanti, cosa già importante in prospettiva futura perchè bisogna cercare di valorizzare i giovani italiani. Penso che nei settori giovanili vadano inseriti due o tre stranieri al massimo; inserirne di più declassifica il calcio italiano. Soprattutto, ho notato una cosa. 

Quale? Lo straniero che arriva in Italia si adatta difficilmente, fa fatica; l'italiano che va all'estero invece fa meno fatica. Sono abituati al calcio italiano, che è di esempio per tutti. Per costruzione tattica e fase difensiva il nostro calcio insegna molto a tanti Paesi. In generale comunque sarà un bel torneo, vista anche la novità delle 24 formazioni straniere; è uno stimolo in più per molti giocatori di confrontarsi con un calcio diverso.

 

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.