BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SUPERBIKE/ Record di incidenti nei test: a distrutte le Ducati di Badovini e Camier

Ecatombe di incidenti in Superbike: ieri è stato il turno delle Ducati di Ayrton Badovini e Leon Camier, piloti Ducati che hanno distrutto le loro moto. Otto incidenti in tre giorni.

Leon Camier (Infophoto) Leon Camier (Infophoto)

Un altro weekend di grande spaventi quello dei test ufficiali Ducati: il campionato Superbike inizia tra una settimana a Phillip Island, e proprio in Australia si trovava la Rossa di Borgo Panigale per provare e sistemare gli ultimi dettagli alle moto che poi affronteranno la stagione. E' finita malissimo: nessuno si è fatto male, ma sia Ayrton Badovini che Leon Camier sono finiti a terra, uno nel prato con la moto in fiamme, l'altro al di là delle barriere protettive. Niente di grave (Camier si è rialzato senza un graffio, stava provando a limare il record di Max Biaggi); Badovini è stato portato al centro medico dove ha poi accusato un malore, ma sarà dimesso dopo una sola notte e dovrebbe essere in grado di tornare in pista per l'inizio della stagione. Proseguono dunque all'insegna degli incidenti i test Superbike: in due giorni otto cadute, tre moto completamente distrutte e danni stimabili in 700 mila euro. Ieri era stato il turno della Honda HRC di finire per terra: in particolare con Jonathan Rea, che già due anni fa si era rotto un braccio dovendo rinunciare alla gara.

© Riproduzione Riservata.