BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Pescara-Cagliari (0-2): i voti della partita e il tabellino con marcatori e ammoniti (serie A 2012-2013, 25^giornata)

Le pagelle di Pescara-Cagliari 0-2, partita della venticinquesima giornata di serie A: tutti i voti del match e il tabellino con marcatori e ammoniti. Doppietta di Sau, espulso Weiss

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Risultato pesantissimo in Pescara-Cagliari: i sardi di Pulga e Lopez espugnano per 2-0 lo stadio abruzzese in uno scontro diretto per la salvezza che fa fare ai vincitori a un triplice passo in avanti molto importante, mentre inguaia pesantemente i contestatissimi padroni di casa, terzultimi e più lontani ora da chi li precede. Si annunciano ore molto agitate per Bergodi, mentre il Cagliari in campo conferma di vivere un buon momento e di non risentire di tutto quanto sta succedendo fuori. Il doppio vantaggio degli ospiti porta la firma di uno scatenato Marco Sau, sempre più rivelazione di questo campionato: nel giro dei primi 16 minuti della ripresa la punta sarda indirizza in modo pesante l'incontro dello stadio Adriatico e tocca la doppia cifra di gol segnati.

Primo tempo francamente abbastanza brutto, con poche idee e gioco spesso confuso. Le occasioni si contano sulle dita di una mano: più propositivo il Cagliari, anche se l'unico vero brivido lo produce Weiss quando costringe Agazzi a una deviazione sul palo. Nel secondo tempo invece il Cagliari entra in campo alla grande: un quarto d'ora praticamente perfetto porta al doppio vantaggio firmato da uno scatenato Marco Sau contro un Pescara frastornato. La partita di fatto finisce lì: manca la reazione abruzzese, il Cagliari gestisce senza infierire e porta a casa tre punti sacrosanti.

Primo tempo insufficiente per una squadra che è terzultima e gioca in casa propria contro una diretta concorrente per la salvezza. Il palo di Weiss è uno squillo troppo isolato. La ripresa è ancora peggio: un quarto d'ora da incubo, in cui il Cagliari domina e gli abruzzesi non sanno come reagire. Bocciatura pesante per una squadra che si avvicina alla retrocessione, il pubblico fischia ed ha ragione da vendere: manca persino un abbozzo di reazione.

Abbastanza bene già nel primo tempo, quando sono i sardi a condurre maggiormente il gioco pur non facendo nulla di trascendentale. Nell'intervallo studia il piano per fare sul serio, e basta accelerare per fare danni pesanti all'avversario. Marco Sau naturalmente sugli scudi (Prandelli ci faccia un pensierino), ma tutto il Cagliari merita il doppio vantaggio. Vincere in trasferta senza nemmeno dover faticare molto è decisamente un piacere. Grosso passo in avanti.

Gestisce tutto sommato bene la partita. Resta solo un reclamo di Ekdal, mentre è giusta l'espulsione di Weiss e seda bene il successivo accenno di rissa.