BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Parma-Catania (1-2): i voti e il tabellino della partita (Serie A, 26esima giornata)

Le pagelle e il tabellino di Parma-Catania: la partita dello stadio Tardini era valida per la 26esima giornata del campionato di Serie A. Due squadre a caccia di una posizione europea.

Francessco Lodi (Infophoto) Francessco Lodi (Infophoto)

PAGELLE PARMA-CATANIA (1-2): I VOTI E IL TABELLINO DELLA PARTITA (SERIE A, 26ESIMA GIORNATA) - Continua a stupire il Catania di Rolando Maran: i rossazzurri non si fermano più, vincono anche sul difficile campo di Parma e in attesa delle partite di domani e martedi sono a due punti dal terzo posto. Risultato incredibile ma ineccepibile, frutto di una squadra che gioca a memoria, sa cosa deve fare sul campo e aggredisce gli avversari dal primo minuto, come dimostrato oggi. Per contro c'è un Parma che non esce dal tunnel: sesta partita senza vittorie e un calo nelle prestazioni che deve far preoccupare Donadoni. La gara di oggi non ha mai avuto storia, il Catania l'ha chiusa nel primo tempo e poi ha controllato senza nemmeno soffrire troppo le ripartenze degli etnei.

PARMA-CATANIA, VOTO PARTITA 6 Partita sostanzialmente noiosa, "colpa" del Catania che l'ha indirizzata immediatamente grazie a un inizio arrembante e ha lasciato le briciole al Parma, incapace di abbozzare una reazione degna di questo nome. Ci siamo divertiti per alcune belle trame degli etnei, ma il risultato non è mai stato in discussione e questo ha naturalmente influito sull'interesse che si riponeva in questo match.

VOTO PARMA 5 Per fortuna che la squadra aveva avuto un ottimo rendimento nel finale di 2012: adesso infatti è crisi vera, il Parma non vince da sei partite ma soprattutto ha totalmente smarrito quel gioco spumeggiante e veloce fatto di incursioni sugli esterni e geometrie di Valdes che aveva permesso di arrivare a ridosso dell'Europa. Adesso, davanti scappano via e dietro cominciano ad arrivare: bisognerà guardarsi dal terzultimo posto?

VOTO CATANIA 7 Strameritato: non tanto per la partita di oggi che è stata comunque impeccabile e da grande squadra, quanto perchè il record di punti è ormai centrato e addirittura si può sognare il terzo posto (che comunque dovrebbe restare fuori portata). Sempre che non succeda come lo scorso anno quando il Catania di Montella si sgonfiò arrivato a certe vette, questa squadra può decisamente arrivare in Europa League.

VOTO ARBITRO (GIACOMELLI) 6,5 Forse c'è un fallo sul gol di Amauri: non lo ravvisa e convalida, e questo scatena la protesta di Legrottaglie che viene giustamente espulso (le mani addosso all'arbitro non sono mai perdonabili). Nel complesso arbitra bene, favorito anche da una partita che già a metà primo tempo non aveva più niente da dire.

LE PAGELLE DI PARMA-CATANIA: I VOTI DEI DUCALI

MIRANTE 5 Assolutamente colpevole sul primo gol, che subisce sul suo palo (e il tiro non sembrava irresistibile). Non ha modo di riscattarsi.

ROSI 5 Castro fa quel che vuole da quella parte, sbaglia decisamente partita.

PALETTA 5 Dorme in occasione del secondo gol, anche sul primo poteva forse intervenire vista la lentezza del pallone.

CODA 5 Non che abbia colpe specifiche, ma non riesce in alcun modo ad arginare gli attaccanti del Catania)

(46' A. LUCARELLI 6 - il migliore - Meglio dei suoi compagni, porta leadership ma la partita era già finita)

MESBAH 5 Nullo e inconcludente, dalla sua parte Gomez non è alla sua miglior partita ma lui non riesce comunque ad avere la meglio.

MARCHIONNI 6 Qualità ed esperienza, ma questa volta non serve anche se non è il meno peggio.

VALDES 5 Non dà mai il là all'azione, e sul secondo gol del Catania si fa beffare dalla finta di Castro. (75' NINIS sv)

PAROLO 5 Sovrastato a centrocampo: ancora ancora nel primo tempo prova a resistere, poi affonda.

BIABIANY 6 (il migliore) Si divora un gol incredibile centrando la traversa di testa, ma nel finale prova a riaprirla con uno scatto e l'assist per Amauri.

AMAURI 6 Lotta e sgomita per tutta la partita, nel finale viene premiato dal gol della speranza. Troppo tardi.

BELFODIL 5 Si arrende a un infortunio muscolare, prima non l'aveva mai vista. 

(26' PALLADINO 5 Se possibile fa anche peggio del suo collega di reparto, non la vede mai)