BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GASCOIGNE/ L'ex giocatore della Lazio ancora ubriaco: rischia la vita

Ha ricominciato a bere l'ex calciatore della Lazio, l'inglese Paul Gaiscogne che si è presentato ubriaco a una cena di beneficenza. L'allarme del suo agente

Paul Gascoigne Paul Gascoigne

Paul Gascoigne, è di nuovo allarme per la sua vita. Da anni infatti l'ex fuoriclasse del calcio inglese che giocò anche per alcuni anni nella Lazio è vittima di un forte alcolismo da cuinegli ultimi tempi sembrava esserne uscito. Qualche tempo fa si era barricato in una stanza di albergo dove era rimasto chiuso per settimane dando forti segni di squilibrio. Si temeva che avrebbe compiuto un gesto fatale, poi si era riusciti a tirarlo fuori. Adesso però c'è di nuovo paura per le sue condizioni. Parlando nel corso di una intervista con la Bbc il suo agente si è detto fortemente preoccupato per la sua sorte: ha bisogno di aiuto, ha detto, la sua vita è sempre in pericolo. L'ultimo allarmante episodio è di pochi giorni fa, quando si era presentato a una serata di beneficenza nella città di Northampton completamente ubriaco. Il suo agente è stato costretto a portarlo via e Gascoigne ha dovuto ammettere che aveva ricominciato a bere. L'ex calciatore sembrava essersi rimesso dopo aver affrontato finalmente un programma per smettere di bere, ma a quanto pare ha ricominciato. Il suo agente lo ha definito un alcolizzato e che forse nessuno può più aiutarlo. Conosciuto con il soprannome di Gazza, sembrava fosse finalmente uscito dal tunnel dell'alcol avendo ricominciato ad andare in palestra e anche a fare calcetto. Ma oltre ai problemi di alcolismo, l'ex giocatore ha presentato spesso in passato anche problemi di salute mentale: nel 2008 era stato fermato e protagonista di ben due ricoveri coatti in strutture psichiatriche. Nello stesso anno venne internato in una clinica dopo aver ammesso di bere anche 60 Red Bull al giorno mentre nel 2007 era stato operato di urgenza per una ulcera perforante. Nel 2010 si ritrova nelle condizioni di essere senzatetto, un homeless, per aver sperperato in alcol e divertimenti circa 26 milioni di euro che erano il suo guadagno dalle attività calcistiche. Nel 2012 invece viene invitato allo stadio Olimpico per la partita della Lazio con il Tottenham: accompagnato dal presidente Lotito fece un giro di campo salutando tra gli applausi i tifosi.