BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Napoli-Juventus (1-1): le pagelle e il tabellino della partita (serie A, 27esima giornata)

Napoli-Juventus finisce 1-1: al San Paolo segnano prima Chiellini poi Inler, le squadre si dividono partita e posta in palio, la Juve resta a +6. Le pagelle e il tabellino del big match

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Napoli-Juventus finisce 1-1, gol di Chiellini ed Inler nel primo tempo.

Primo tempo non emozionante, ma comunque frizzante, con due gol, tanti scontri e un ritmo abbastanza alto. Secondo tempo più noioso, bloccato per via del pareggio, con le due formazioni che temono di scoprirsi eccessivamente. Fase centrale a favore del Napoli, ma a parte i tiri da fuori, fatica a rendersi davvero pericoloso.

Per la mezzora che passa tra il gol subito e i minuti subito precedenti a quello segnato, sembra che il carro armato bianconero sia venuto da Torino per distruggere tutto. Per miracolo, e imprecisione di Vucinic, il Napoli resta a galla, e trova anzi un fortunoso pareggio. La ripresa però è tutta di un altro colore, visto che la squadra è più aggressiva e vogliosa di segnare. Ma, per sognare il tricolore, ancora non basta

Partita non indimenticabile, ma se la fa sfuggire dalle proprie mani. Retto il botto iniziale degli avversari, è letale nel capovolgere il trend e andare in vantaggio, ma altrettanto sciocca nel non chiudere il match. E infatti, in modo rocambolesco, arriva il pareggio. Nella ripresa amministra il pareggio più che cercare il raddoppio: a parte lo spazio lasciato ad Hamsik in fase di conclusione, non concede nulla agli avversari. Comunque questa squadra resta, alla fine, uno o più livelli sopra tutti, pure sopra il Napoli

Partita tutto sommato gestita bene, compresi gli attimi di tensione come le botte Cavani-Chiellini o le tensioni sulle panchine: la gara è tesa, lui lo sa e non censura l'agonismo. L'unico errore, però, è grave: se ha visto la gomitata di Cavani, e ha visto dato che il giallo l'ha tirato fuori, doveva espellerlo.

De Sanctis 7: la parata su Vucinic ricorda l'Handanovic del derby. E, guarda caso, la dinamica della partita è la stessa: risultato salvato, e pareggio conquistato

Campagnaro 6.5: tanto agonismo, sempre pronto a sacrificarsi, nonostante sappia che tra pochi mesi cambierà maglia

Cannavaro 5.5: il capitano è nervoso, sbaglia appoggi facili, si lascia spesso scappare Giovinco e rischia un fallaccio su Lichtsteiner

Britos 5: il divario di impeto e forza fisica con Chiellini in occasione del gol, è impietoso

Maggio 6: primo tempo tatticamente bloccato, nel secondo ha più spazio e si vede

Behrami 6.5: sempre uno dei migliori per l'intensità con cui gioca al centrocampo, recuperando un'infinità di palloni

Inler 6: alla fine la sufficienza la strappa, un po' per il gol importante, un po' perchè nel secondo tempo gioca con più decisione, migliorando un primo tempo da incubo

Zuniga 5: manca il suo spunto e la sua velocità. Annebbiato

Hamsik 6.5: l'unico che davvero è in grado di cambiare le sorti della gara da un momento all'altro. Corre, dribbla, pressa e soprattutto tira, tantissimo. Il migliore dei suoi

Pandev 5.5: più goffo del solito, non trova gli spazi giusti e non s'intende col Matador

Cavani 5.5: qualche buona giocata, ma isolata in una partita dove, ancora una volta, non viene fuori la sua classe. E' in un periodo di vacche magre, e stasera ci si aspettava la riscossa, che però non è arrivata

Dzemaili 5.5: il gol che si mangia vale mezza stagione. Se avesse fatto gol, tutto sarebbe cambiato

Armero 5: impatto quasi nullo sulla gara

Insigne 5.5: si impegna un po' di più di Armeo, ma non ottiene risultati di gran lunga migliori

All.Mazzarri 6: nel primo tempo la squadra soffre, non ha sbocchi laterali: con una mossa furba, libera le fasce passando a 4 in difesa, e rimediando così allo scacco iniziale di Conte