BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHAMPIONS LEAGUE/ Video, Schalke 04-Galatasaray (2-3): i gol, la sintesi e gli highlights (ritorno ottavi)

Pubblicazione:mercoledì 13 marzo 2013 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 13 marzo 2013, 1.34

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

IL VIDEO DI SCHALKE 04-GALATASARAY 2-3 (CHAMPIONS LEAGUE 2012-2013, RITORNO OTTAVI): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS - Il Galatasaray accede ai quarti di finale della Champions League 2012-2013. Questo a seguito della gara di ritorno degli ottavi, che ha visto i turchi espugnare la Veltins Arena di Gelsenkirchen, con il punteggio di 3-2. Prosegue dunque il Galatasaray, nella massima competizione continentale per club così come nel suo progetto di grandezza, che già lo ha visto protagonista sul mercato (Sneijder, Drogba). In Germania decidono i gol di Hamit Altintop (ex Real Madrid), Burak Yilmaz (cercato dalla Lazio quest'estate e sempre capocannoniere della Champions assieme a Cristiano Ronaldo) ed Umut Bulut. A nulla sono servite le reti di Nuestadter e Michel Bastos per lo Schalke, che forse ha pagato qualche assenza importante nel reparto d'attacco (mancavano per infortunio l'olandese Klaas-Jan Huntelaar ed il rumeno Ciprian Marica oltre al centrocampista Jermaine Jones, che aveva segnato all'andata). La partita ha riservato tante emozioni, da ambo le parti. Lo Schalke 04 ha effettuato in tutto ben 21 conclusioni, di cui 12 nello specchio della porta difesa dall'ex laziale Fernando Muslera. Non è bastato: di contro il Galatasaray ha convertito in gol un terzo dei tiri in porta (3 su 9), spedendo fuori altre 5 conclusioni. La partita è stata sostanzialmente corretta e ha riservato solo 3 cartellini gialli: a Marco Hoger e Sead Kolasinac dello Schalke e Didier Drogba del Galatasaray. Il possesso della palla è stato equamente distribuito, a testimonianza del sostanziale equilibrio in campo: lo Schalke ha raccolto il 51%, mentre il Galatasaray si è spinto sino al rimanente 49%. I tedeschi hanno anche colpito un legno, la traversa, nell'azione che poi ha portato il gol del 2-2 realizzato dall'ex Lione Michel Bastos. 3 volte i giocatori turchi sono terminati in posizione di fuorigioco, 0 quelli dello Schalke. Che esce dalla Champions League sicuramente deluso per la sconfitta casalinga, dopo che il pareggio esterno aveva fatto ben sperare; d'altro canto i tedeschi devono essere consapevoli della buona competizione disputata, che li ha visti superare da primi in classifica il girone B (comprensivo dell'Arsenal) e lottare sino all'ultimo per la qualificazione ai quarti. Di pari passo resterà la delusione per non essere riusciti a superare una formazione temibile ma non irresistibile come il Galatasaray, che ora diventa la vera e propria mina vagante dei quarti di finale. La formazione di mister Fatih Terim immagazzina altro entusiasmo, e con la continua crescita dei suoi giocatori (l'attaccante Yilmaz su tutti) e l'esperienza internazionale dei nuovi acquisti è nelle condizioni di non porsi più limiti in questa Champions League. Venerdì si terranno i sorteggi per il prossimo turno: facile sperare nel Galatasaray, ma a quanto pare un pò meno affrontarlo sul campo.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI SCHALKE 04-GALATASARAY (2-3): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE

I GOL - 1-0 al 17': calcio d'angolo per lo Schalke 04. Cross di Draxler dalla destra, si accende una mischia risolta dal tiro di sinistro di Neustadter, che porta in vantaggio i tedeschi. 1-1 al 37': gran conclusione di destro di Hamit Altintop, che dal limite dell'area tedesche, leggermente defilato sulla sinistra, supera Hildebrand con una staffilata secca che s'incassa a fil di palo. Inutile il tuffo del portiere tedesco. 1-2 al 42': molto abile l'attaccante del Galatasaray Burak Yilmaz, che sul lancio profondo dalle retrovie ingaggia e vince un bel duello di fisico col difensore Howedes: Yilmaz ha la meglio allungando la punta del piede destro, ed effettuando un pallonetto che anticipa e scavalca l'uscita di Hildebrand. 2-2 al 63': azione insistente dello Schalke. Gran botta dal limite di Hoger, che centra in pieno la traversa e rimbalza indietro: lo stesso Hoger colpisce di testa in area, l'attaccante Pukki si gira ma sbatte sull'uscita del portiere, raccoglie Uchida che nel traffico appoggia saggiamente per Michel Bastos, che da due metri insacca a porta semivuota, ridando speranza ai suoi. 2-3 al 95': il Galatasaray affossa lo Schalke nella classica azione di contropiede: i tedeschi salgono alla disperata e lasciano campo alla ripartenza turca. L'attaccante Bulut Umut, entrato all'86', deposita in rete con un facile tocco rasoterra.

LE DICHIARAZIONI - Queste alcune delle dichiarazioni dell'allenatore dello Schalke 04, Jens Keller, nella conferenza stampa postpartita: "Non ho spiegazioni per il primo tempo. Abbiamo giocato come due settimane fa, ma senza aggressività, e forse tutti quanti hanno dato il 10% in meno del necessario. Non siamo stati abbastanza concentrati e abbiamo concesso troppi spazi. Nel secondo tempo ce la siamo cavata meglio. Loro giocavano con il rombo a metà campo e ci hanno sorpresi, ma poi siamo riusciti a reagire. Non bisogna dimenticare che oggi c'erano tanti assenti. Abbiamo giocato un buon secondo tempo e non c'è motivo di abbattersi". Queste invece le parole dell"Imperatore", Fatih Terim, decisamente entusiasta davanti ai microfoni nel dopogara: "Ora siamo fra le otto migliori squadre d'Europa. La Turchia intera e i tifosi del Galatasaray devono godersi questo successo. Vorrei ringraziare tutti i tifosi che si sono sacrificati per venire fin qui. Poi voglio congratularmi con tutti i giocatori, che abbraccerò e bacerò a uno a uno. Giocatori che prima erano meno quotati si sono trasformati per questa partita, lottando come leoni per la squadra. Nel primo abbiamo giocato come una vera squadra europea, perché prima del loro gol abbiamo avuto tre occasioni nette per segnare".

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER IL VIDEO DI SCHALKE 04-GALATASARAY (2-3): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE


  PAG. SUCC. >