BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SARA ANZANELLO/ Trapianto di fegato necessario per l'azzurra del volley

Sara Anzanello, giocatrice di volley dell'Azerrail Baku, è stata ricoverata per un urgente trapianto di fegato necessario a causa dell'epatite: la prognosi è riservata

Sara Anzanello in azione in Nazionale (Infophoto) Sara Anzanello in azione in Nazionale (Infophoto)

Una brutta notizia ha colpito il mondo della pallavolo. Negli ultimi giorni Sara Anzanello è rientrata d'urgenza in Italia dall'Azerbaigian, dove gioca con la maglia dell'Azerrail Baku, per essere sottoposta a un trapianto di fegato che si è reso necessario a causa di una forma acuta di epatite. La prognosi è riservata, ma si sa che le condizioni sono abbastanza gravi. I problemi che la avevano colpita al fegato avevano costretto la Anzanello a sottoporsi a controlli accurati prima a Baku e poi ad Istanbul. Infine la decisione di rientrare in Italia per affrontare questo delicato intervento. La famiglia ha diffuso questo comunicato sul sito Internet ufficiale saraanzanello.it: “Sentiamo il dovere di ringraziare quanti ci sono vicini con il loro affetto e si sono interessati alle condizioni di salute di Sara e continuano a farlo: amici, conoscenti e tifosi. Lo facciamo in un momento in cui Sara sta affrontando una sfida difficile, noi continuiamo a tifare per lei e chiediamo massima tranquillità e il più stretto riserbo. A breve verrà diramato un bollettino medico con gli aggiornamenti sullo stato di salute di Sara. La prognosi resta riservata”. Numerosissimi sono stati i messaggi di sostegno e affetto che Sara sta ricevendo dai suoi sostenitori, in particolare su Facebook. Classe 1980, Sara Anzanello è una centrale che nella sua carriera ha giocato con Trecate, Novara e Villa Cortese prima di trasferirsi nel 2011 in Azerbaigian. Ha vinto il Mondiale in Germania nel 2002 con la Nazionale italiana, e anche le due Coppe del Mondo del 2007 e del 2011.

© Riproduzione Riservata.