BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

QUALIFICAZIONI MONDIALI/ I risultati di ieri e le classifiche: Spagna male, vincono le altre grandi

I risultati delle partite di ieri delle qualificazioni mondiali per Brasile 2014 e le classifiche di tutti i gruppi: vincono tutte le big europee tranne la Spagna, bene anche l'Argentina

La Francia è al comando del gruppo I davanti alla Spagna (Infophoto) La Francia è al comando del gruppo I davanti alla Spagna (Infophoto)

Ieri si sono giocate moltissime partite di qualificazione ai Mondiali Brasile 2014 in quattro continenti. Nei gironi europei il risultato a sorpresa è arrivato dal gruppo I, dove a Madrid Spagna-Finlandia è finita 1-1. I campioni di tutto sono stati bloccati da una squadra nettamente inferiore, ma che ha applicato benissimo la classica tattica della difesa e contropiede. Ora il cammino di Del Bosque si complica, perché la Francia ha battuto la Georgia e ora guida da sola la classifica del raggruppamento: martedì ci sarà lo scontro diretto a Parigi, sarà una partita da non perdere. Tutte le altre big – a partire appunto dagli uomini di Deschamps – hanno vinto. Nessun problema per l'Inghilterra: la “passeggiata” a San Marino si conclude con un 8-0 che risolleva la domanda: che senso hanno partite del genere? Gli inglesi restano però secondi nel gruppo H, perché il Montenegro è andato a vincere in Moldavia con un gol di Vucinic e conserva due lunghezze di vantaggio. Vittoria senza grossi problemi anche per la Germania (0-3 in Kazakistan) e l'Olanda (3-0 casalingo contro l'Estonia): le classifiche del gruppo C e del gruppo D sembrano ormai definite, si lotterà solo per il secondo posto che vale gli spareggi. La partita più attesa era però Croazia-Serbia: tutto è filato liscio per quanto riguarda l'ordine pubblico, forse anche perché i padroni di casa hanno dominato per tutta la partita, vinta infine per 2-0. Il gruppo A sarà dunque un affare tra i croati e il Belgio, che ha vinto 2-0 in Macedonia: una andrà in Brasile, all'altra toccheranno gli spareggi. Nel gruppo B – il nostro, anche l'Italia riposava – la Bulgaria ha sommerso per 6-0 Malta, che sarà l'avversaria degli azzurri martedì, mentre è molto significativa la vittoria per 3-0 della Danimarca in casa della Repubblica Ceca: i nordici si rilanciano, ma in questo modo restano solo i bulgari in scia all'Italia in classifica. Nel gruppo G lo scontro diretto Bosnia-Grecia ha visto la vittoria per 3-1 dei padroni di casa, che tentano così lo scatto verso la prima partecipazione iridata della loro storia. Nel gruppo F spettacolare 3-3 in Israele-Portogallo, con i lusitani che agguantano il punto solamente al 92'. La lotta tra queste due Nazionali rischia di essere però solamente per il secondo posto: Capello sorride già prima di giocare, visto che Irlanda del Nord-Russia è stata rinviata ad oggi causa neve e i russi possono prendere il volo vincendo. Discorso molto simile nel gruppo E, dove oggi si gioca Cipro-Svizzera: se gli elvetici vincono, avranno già un piede sul volo per il Brasile. Detto che in Oceania la Nuova Zelanda si è già qualificata per i playoff intercontinentale (l'unico posto che il continente più piccolo mette in palio), l'attenzione questa notte era tutta per il Sudamerica. L'Argentina vince ancora (3-0 al Venezuela con doppietta di Higuain e gol di Messi su rigore) e ipoteca il primato; ottima giornata anche per la Colombia, che distrugge per 5-0 la Bolivia e sale al secondo posto, mentre l'Uruguay pareggia in casa contro il Paraguay fanalino di coda del girone unico e complica il suo cammino verso la qualificazione. Infine il Centro-Nord America, dove vincono solo gli Usa: dopo le prime due giornate del girone finale, la classifica è ancora cortissima. Sarà una gran lotta per qualificarsi.