BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CLASSIFICA SERIE A/ I risultati delle partite (27esima giornata)

Risultati e classifica di Serie A: si è giocata oggi la 27esima giornata del campionato, ottava di ritorno. Juventus sempre in testa con sei punti di vantaggio sul Napoli, Milan terzo.

Rodrigo Palacio: oggi due gol e un assist (Infophoto) Rodrigo Palacio: oggi due gol e un assist (Infophoto)

Gli anticipi del venerdi avevano dato il quadro delle prime posizioni in classifica: Napoli e Juventus hanno pareggiato e mantenuto i 6 punti che le dividono, il Milan invece ha effettuato il sorpasso ai danni della Lazio battendola 3-0. Oggi altre partite importanti nella 27esima giornata di serie A dove, in attesa del posticipo Roma-Genoa (alle 20:45), sono stati segnati 20 gol. Clamoroso al Cibali si dovrebbe dire in questo caso, perché l'Inter di Stramaccioni è tornata pazza per una giornata e dopo un primo tempo in svantaggio di due gol con il Catania completamente padrone del gioco, è tornata in campo nella ripresa cambiando completamente la situazione anche grazie all'ingresso in campo di Rodrigo Palacio, sempre più trascinatore della squadra nerazzurra. Così l'Inter segna tre gol nel secondo tempo e si porta a meno uno dal Milan, al quarto posto in classifica. I gol del Catania nel primo tempo con Bergessio e Marchese, nella ripresa Alvarez e doppietta di Palacio: Stramaccioni può respirare. Seconda vittoria consecutiva del Bologna di Pioli (prima volta in stagione) che travolge 3-0 il Cagliari grazie ai gol di Taider, Diamanti e Pasquato. Giornata sorta per i sardi che subiscono il sorpasso in classifica a causa di tre gol di pregevole fattura, soprattutto quelli di Diamanti e Pasquato; felsinei praticamente salvi con 11 punti di vantaggio sul terzetto di coda. La Fiorentina di Vincenzo Montella ringrazia il nuovo arrivato Larrondo che segna il gol decisivo contro il Chievo nel secondo tempo. Nel primo tempo gol di Pasqual su punizione, il Chievo pareggia con la rete di Cofie. I viola giocano male e sembrano senza idee: Montella cambia Jovetic con Larrondo e l'attaccante prima si mangia un gol incredibile, poi ripaga la fiducia girando di testa una sponda aerea di Toni che però parte da posizione di fuorigioco. I viola continuano la corsa al terzo posto, che rimane difficile perchè le avversarie non rallentano. Con un gol di Di Natale nel primo tempo (150esimo con la maglia friulana) l'Udinese di Francesco Guidolin sbanca Pescara, il club friulano non fa tanto ma basta per portare a casa i tre punti e continuare la corsa all'Europa. Gli abruzzesi invece sono in crisi nera: traballa la panchina di Bergodi, si parla di promozione di Christian Bucchi dalla Primavera. Grazie al nono gol di Mauro Icardi (ottavo in due mesi) la Sampdoria centra il sesto risultato utile consecutivo e sale a quota 35 punti ormai salva, costringendo il Parma a un altro stop e a doversi guardare alle spalle. Gol dell'argentino favorito da un errore di Mirante, che già la scorsa domenica non aveva dato garanzie di sicurezza. Infine colpaccio esterno dell'Atalanta che con una doppietta di Giacomo Bonaventura ritrova la vittoria e porta a casa tre punti fondamentali per la lotta salvezza, sul campo di un Siena alla seconda sconfitta consecutiva e sempre più nel baratro.