BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Milan-Lazio (3-0): i voti della partita e il tabellino con marcatori e ammoniti (Serie A, 27esima giornata)

Il Milan schianta la Lazio. Al Meazza l'anticipo del sabato sera termina 3-0. Decide la doppietta di Giampaolo Pazzini e la rete di Boateng. Le pagelle di Milan-Lazio: i voti

Pazzini (Foto: infophoto)Pazzini (Foto: infophoto)

Il Milan schianta la Lazio. Al Meazza l'anticipo del sabato sera termina 3-0. Decide la doppietta di Giampaolo Pazzini e la rete di Boateng. Partita condizionata dall'espulsione di Candreva dopo 16 minuti. Con la vittoria di questa sera i rossoneri scavalcano proprio i biancocelesti in classifica, portandosi al terzo posto con 48 punti. La Lazio insegue a quota 47.
I rossoneri partono bene, riuscendo ad aver fin da subito il pallino del gioco in mano. Emozioni a non finire con El Shaarawy e De Sciglio che seminano il panico sulla sinistra. La Lazio arranca pian piano. Candreva perde la testa e concretizza il suicidio biancoceleste. Dopo l'inferiorità numerica non c'è più storia con gli attaccanti di casa che infilano la difesa capitolina da ogni parte.
La squadra di Allegri 19 giornate fa viveva il periodo più buio della stagione, dopo la sconfitta subita all'Olimpico contro i biancocelesti. Oggi, 5 mesi più tardi, i rossoneri si sbarazzano con disinvoltura dell'avversario per la lotta all'Europa che conta. E il Napoli, ora, dista solo 5 punti.
I biancocelesti si presentano al Meazza nello scontro diretto che vale molto più che 3 punti, privi di pedine fondamentali come Mauri e Klose. Inoltre, a causa, dei disguidi societari Cavanda resta a Roma. Petkovic prova a tenere unita la squadra fino alla fine, ma la staticità del reparto offensivo e l'evidente disorganizzazione difensiva quest'oggi sono inarginabili.
Il fischietto “boicottato” per la supersfida tra Napoli e Juventus in programma ieri sera sfoggia una prestazione positiva. Pochi dubbi a fine gara sugli episodi.
Il pubblico del Meazza spinge i rossoneri alla vittoria. La volata per il terzo posto e l'ormai prossimo impegno nel ritorno degli ottavi di Champions contro il Barcellona sono obiettivi a portata di mano. Altro che anno di transizione...

ABBIATI 6 Poco lavoro per il portiere rossonero. Sempre attento nelle uscite e nei tiri da lontano.
ABATE 6,5 Gli errori di inizio gara sono sommersi con i kilometri macinati nel passare del tempo. Molto pericoloso nelle discese offensive.
ZAPATA 6 Un po' troppo spensierato in fase di appoggio. Per il resto amministra bene le situazioni difficili facilitando il lavoro dei compagni, nonostante i continui fastidi all'adduttore.
(dal 1' s.t. ZACCARDO 6 Amministrazione ordinaria in una gara, praticamente già avviata in favore dei rossoneri.)
YEPES 6,5 Aggressivo e combattivo fino allo scadere.
DE SCIGLIO 7 Regala l'ennesima prestazione positiva che non può che mettere in difficoltà Allegri. Un giovane con queste caratteristiche e questa personalità non può essere relegato in panchina.
FLAMINI 6,5 Cresce con il crescere della squadra. Dà un apporto positiva all'economia del gioco con puntuali inserimenti e efficaci movimenti senza palla.
AMBROSINI 6,5 Suona la carica e ordina equilibrio a fasi alterne del gioco. Legge bene ogni situazione.
MONTOLIVO 6,5 “Né mediano né trequartista, mi sento una mezz'ala...” furono in molti a storcere il naso dopo le dichiarazioni di presentazione del centrocampista di Caravaggio a Milanello quest'estate. Oggi, quel che è sicuro, è la crescita esponenziale del giocatore.
BOATENG 6,5 Il ghanese è ufficialmente ritornato. Dopo diverse prestazioni positive a sprazzi, il centrocampista conferma l'ottimo stato di salute con una gara di livello.
(dal 31' s.t. ROBINHO s.v.)
PAZZINI 8 Scalpita fin da sempre, pronto a far bene. Lui che è sempre in discussione, non per la sua vita privata, ma per il suo valore tecnico, risponde a tutti con due gol e un semi-assit (palo che apre alla rete di Boateng). E a Milano c'è già chi sogna un tridente formato da Pazzini, El Shaarawy e Balotelli.
(dal 23' s.t. NIANG 6 Il gol non arriva, ma i suoi spunti non mancano.)
EL SHAARAWY 6,5 Alla festa del gol rossonera, manca solo lui. Appuntamento rinviato, ma l'uomo più pericoloso soprattutto quando la gara era in bilico rimane l'italo-egiziano.
ALLEGRI 7 Sforna la gara perfetta. Squadra in forma e pronta al rilancio che vale il riscatto di inizio stagione.