BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Pescara-Udinese (0-1): i voti e il tabellino della partita (Serie A, 27esima giornata)

Leggi le pagelle e il tabellino di Pescara-Udinese: la partita dello stadio Adriatico era valida per la 27esima giornata del campionato di Serie A, abruzzesi a caccia di punti salvezza.

Antonio Di Natale, 150 gol in serie A con l'Udinese (Infophoto)Antonio Di Natale, 150 gol in serie A con l'Udinese (Infophoto)

L'Udinese batte 1-0 il Pescara e centra quota 40 punti: secondo gli "standard" di Francesco Guidolin la salvezza è centrata, e si può cominciare a parlare di Europa. Di questo passo i friulani ce la possono fare, anche se magari sarà Europa League. L'1-0 di oggi è firmato da Antonio Di Natale, che torna al gol dopo un periodo di digiuno non usuale per lui. Pescara sempre più in crisi: la Serie B sembra una realtà sempre più vicina.

Si è mantenuta sempre interessante, anche perchè l'Udinese non la chiude e così il Pescara cerca di arrivare al pareggio più che altro attraverso calci da fermo e azioni confuse. Non ci riesce, ma il risultato in bilico contribuisce a conservare la suspence fino al termine.

Non che abbia demeritato troppo: la sensazione è che questa squadra abbia perso l'anima con gli acquisti invernali, certo fatti nel tentativo di dare esperienza a un gruppo giovane. Loro però lottavano e sudavano per conquistarsi la maglia, mentre c'è la sensazione che alcuni veterani non abbiano voglia di dare il 120% per salvarsi. E così Bergodi rischia la panchina.

E' una vittoria importante per l'Udinese, che aggancia i 40 punti, scava un solco rispetto alle squadre che stanno dietro in classifica e comincia oggi a giocare seriamente per l'Europa, arrivando alla volata finale in forma e in fiducia. Bravo Guidolin a dare fiducia a uomini che adesso sono diventati la colonna portante della squadra, su tutti Allan.

Qualche tensione nel finale che riesce ad amministrare estraendo un paio di cartellini gialli. Il Pescara protesta molto per un presunto fallo su Bjarnason: poteva starci anche il fischio, ma non concedere il rigore non è scandaloso.

Per due volte aveva fermato Di Natale, sulla terza conclusione ravvicinata non può nulla.

Già nel primo tempo si era fatto male ma aveva resistito, sfiorando anche il gol con una grande serpentina. Poi si deve arrendere.

( Ingresso in campo deciso e di qualità: con lui è un altro Pescara)

Insicuro, non sempre concentrato sull'azione, fa quel che può.

Prova a reggere con l'esperienza e la leadership, più o meno se la cava.

Cerca anche lo spunto in fase offensiva ma pasticcia sul gol di Di Natale.

Non è più il terzino che arava la fascia sempre e comunque, gli anni passano per tutti.

Lotta in mezzo al campo come da copioone, ma lo spunto dei giorni migliori non c'è.

( Chi si rivede. Entra con voglia e dinamismo, crea subito pericoli alla difesa friulana)

Prova a dare ordine in mezzo al campo, ci riesce a sprazzi.

Protesta veementemente per un rigore che ci poteva stare. Solito martello a centrocampo, uno dei più vivi. 

Altra prova incolore per un giocatore che in Serie A non si è mai espresso: ci sarà un motivo.

( Non riesce a dare valore aggiunto alla squadra, anzi perde la testa e si fa ammonire)

Di gran lunga più utile di Abbruscato, ma da solo non può fare granchè.