BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

INTER-JUVENTUS/ Beccalossi: punto su Palacio-Cassano e...(esclusiva)

EVARISTO BECCALOSSI ci presenta dal punto di vista nerazzurro il derby d'Italia Inter-Juventus che si gioca oggi pomeriggio a San Siro: una partita sempre speciale e da vivere

I festeggiamenti dell'Inter dopo la vittoria dell'andata (Infophoto)I festeggiamenti dell'Inter dopo la vittoria dell'andata (Infophoto)

Il ricordo dell'andata, quando l'Inter sconfisse 3-1 la Juventus ponendo termine all'imbattibilità della squadra bianconera, potrebbe dare una carica in più per questa partita di ritorno alla formazione nerazzurra. Da allora il cammino della squadra di Stramaccioni in campionato non è stato certo eccezionale. Tanti alti e bassi, una situazione di classifica che non le permette più di sperare nella conquista dello scudetto. C'è sempre la possibilità di qualificarsi per la Champions League, diventato ormai il vero obiettivo stagionale della formazione allenata da Stramaccioni. Bilancio comunque non negativo se si considera che lInter è la squadra che si è rinnovata di più, è priva di due giocatori fondamentali come Samuel e Milito e Stramaccioni è un tecnico che non ha ancora tanta esperienza. Ma il derby d'Italia esula da ogni discorso: battere la Juventus due volte nella stessa stagione sarebbe una grande soddisfazione per i nerazzurri. Ci riusciranno? Per parlare di Inter-Juventus abbiamo sentito Evaristo Beccalossi. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.

Inter-Juventus è un'occasione per i nerazzurri di salvare la stagione? No, non sono d'accordo. Siamo la squadra che si è rinnovata di più, siamo li a lottare per il terzo posto, non stiamo facendo assolutamente una stagione negativa. Se conquistassimo la qualificazione in Champions League avremmo centrato un traguardo molto importante.

Stramaccioni si troverà con i giocatori contati: questo potrebbe essere un problema? Credo di no, perché la rosa dell'Inter non è certo di second'ordine. Sicuramente però se avesse a disposizione giocatori come Samuel e Milito sarebbe una squadra molto più competitiva, molto più forte.
Il tecnico nerazzurro ha detto che non andrà mai ad allenare la Juventus... Penso che sia una bella affermazione, perché se c'è ancora qualcuno nel calcio che ha dei sentimenti come Stramaccioni questa è una cosa positiva, che gli fa sicuramente onore.

Come farebbe giocare l'Inter in attacco? C'è solo una soluzione, quella di schierare Cassano, Palacio e Guarin assieme: non vedo alternative, Questo mi sembra l'attacco in grado di dare più fastidio alla Juventus. Penso anche che se giocheremo come a Torino, chiudendoci nel modo giusto e sfruttando in contropiede gli spazi che la Juventus ci darà, avremo grandi possibilità di vincere la partita.
Zanetti sarà il trascinatore della squadra?