BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI/ Verona-Padova: ultime novità (Serie B, 29esima giornata)

Bel posticipo quello di stasera, valido per la 29esima giornata di Serie B: il Verona di Mandorlini, terza forza del campionato, ospita il Padova di Colomba in un caldo derby del Veneto.

Il Verona festeggia un gol (Infophoto)Il Verona festeggia un gol (Infophoto)

Derby veneto questa sera alle 21: al Bentegodi il Verona di Andrea Mandorlini cerca tre punti importanti contro il Padova di Franco Colomba. Vittoria che spingerebbe i gialloblu a 10 punti di vantaggio sulla coppia Varese-Empoli, e dunque aumenterebbe le possibilità di promozione diretta senza giocarsi i playoff. D'altro canto il Padova ha la possibilità di blindare il sesto posto staccando la Juve Stabia, consolidando così la sua posizione e facendo al contempo respirare le altre squadre che sperano nella serie A e sanno che dovranno passare attraverso la post season. In più si tratta di un derby: già in sè racchiude dunque gli elementi per una sfida tirata e interessante, ancor più se entrambe le squadre vengono da una vittoria convincente e sono quindi in salute e fiducia. 

Andrea Mandorlini ha disertato la conferenza stampa prepartita. I motivi non si sanno, fatto sta che davanti ai giornalisti si è presentato il vice Roberto Bordin, che ha provato a spiegare: "Il silenzio del mister è dato dal voler cercare la massima concentrazione per una partita delicata. Dobbiamo essere più concreti e bravi a chiudere le partite, a Bari potevamo farlo prima e abbiamo invece sofferto contro una squadra difficile. E' un momento importante, anche se non il più importante perchè mancano ancora tante partite; dobbiamo però rimanere concentrati per avvicinarci al traguardo". E sull'avversario di questa sera ha dichiarato: "Il Padova ha giocatori molto bravi come Farias e Cutolo, cercheremo di conquistare tre punti che ci servono molto eper salire a 10 punti dalla quarta, evitando che venga il braccino corto". Torna Moras dalla squalifica e si riprende il posto di difensore centrale al fianco di Maietta, con Cacciatore a destra e Martinho, autore della doppietta decisiva a Bari, sulla sinistra. Centrocampo con la conferma di Laner che agirà da interno a destra con Jorginho in qualità di regista e il rientrante Hallfredsson sull'interno. Carrozza e Sgnigna supporteranno invece Cacia in attacco: "Daniele è carico e vuole tornare al gol", ha detto Bordin. 

Si capisce dalla panchina che tipo di corazzata sia il Verona: vanno a sedersi giocatori come Ceccarelli (già titolare in serie A), Nielsen (uno dei punti di forza del Pescara di Zeman che ha dominato l'ultimo campionato di B), Rivas, Juanito Gomez e Nicola Ferrari. Tante soluzioni a disposizione di Mandorlini, in pratica una seconda formazione titolare.

Ancora una volta bisogna fare a meno del playmaker della squadra, lo sloveno Bacinovic.