BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CHAMPIONS LEAGUE/ Ritorno ottavi: avanti Juventus e Psg, i risultati di ieri

I risultati e i marcatori delle due partite di ieri nel ritorno degli ottavi di Champions League: la Juventus batte ancora il Celtic, il Psg pareggia con il Valencia e passa il turno

Alessandro Matri (Infophoto)Alessandro Matri (Infophoto)

Ieri si è completata la prima settimana del ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2013. Dopo le vittorie ottenute martedì dal Real Madrid e dal Borussia Dortmund – prime due squadre ad approdare ai quarti di finale – ed in attesa delle quattro partite che settimana prossima completeranno il tabellone, tra le quali naturalmente spicca Barcellona-Milan (fu 2-0 per i rossoneri all'andata), ieri hanno ottenuto la qualificazione anche la Juventus e il Paris Saint Germain. Allo Juventus Stadium i bianconeri di mister Antonio Conte non hanno avuto alcuna difficoltà nel completare l'opera già largamente iniziata nella partita di andata: la netta differenza di valori tra i campioni d'Italia e il Celtic Glasgow è emersa ancora una volta, e i padroni di casa si sono imposti con un 2-0 che porta il risultato complessivo della sfida ad un 5-0 che davvero lascia poco spazio a possibili interpretazioni. Ulteriore motivo di soddisfazione per Conte è stato il fatto che sono stati gli attaccanti a decidere la partita: Alessandro Matri e Fabio Quagliarella hanno sfruttato nel modo migliore l'occasione che l'allenatore ha concesso loro. Senza dubbio la Juventus è stata fortunata nel sorteggio, perché forse il Celtic era l'avversaria più debole tra le 'fantastiche 16', ma il modo in cui i bianconeri lo hanno distrutto è comunque un messaggio molto forte al resto d'Europa. L'altra partita della serata di ieri è andata in scena al Parco dei Principi di Parigi, ed è stata certamente più interessante in quanto combattuta fino alla fine: Psg-Valencia è finita 1-1 e i francesi hanno passato il turno in virtù della vittoria (1-2) sul campo degli spagnoli all'andata, ma per gli uomini di Carlo Ancelotti non è stato per nulla semplice ottenere questo risultato. Gli spagnoli ci hanno provato fino all'ultimo minuto, e al 10' del secondo tempo erano pure passati in vantaggio con Jonas. Il pareggio di Ezequiel Lavezzi, dopo 11 minuti, ha dato il pareggio ai transalpini, che però hanno vissuto un finale con il brivido, perché un eventuale 2-1 valenciano avrebbe portato la sfida ai supplementari. Così non è stato, e Ancelotti può tirare un sospiro di sollievo.