BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANCHESTER UNITED-REAL MADRID/ Nessuna sanzione per l'applauso sarcastico di Rio Ferdinand

Pubblicazione:giovedì 7 marzo 2013

Rio Ferdinand, difensore del Manchester United (Infophoto) Rio Ferdinand, difensore del Manchester United (Infophoto)

Chissà, forse la UEFA si è resa conto della clamorosa topica dell'arbitro turco Cakir e ha deciso di usare la linea morbida nelle sanzioni del post partita. I fatti sono noti: all'inizio del secondo tempo di Manchester United-Real Madrid, con i Red Devils in vantaggio 1-0, il direttore di gara ha punito con il cartellino rosso un intervento di Nani su Arbeloa, con il giocatore portoghese che tentava di stoppare un pallone aereo e non poteva in alcun modo vedere il difensore che arrivava in anticipo. La decisione ha influito eccome su gara e qualificazione: lo United è crollato a livello psicologico e quei dieci minuti sono stati fatali, il Real Madrid ha piazzato un devastante uno-due e ha passato il turno. Nel finale poi è successo di tutto: Alex Ferguson ha lasciato il campo alzando un dito minaccioso a indirizzo di Cakir, non si è presentato in conferenza stampa e ha vietato ai suoi giocatori di rilasciare dichiarazioni. Rio Ferdinand è stato uno dei più arrabbiati: il difensore inglese a pochi secondi dal fischio finale si è diretto verso Cakir e ha ripetutamente applaudito in maniera sarcatisca a pochi centimetri dalla sua faccia, mentre il turco cercava di evitare il suo sguardo e rimanere impassibile. Un comportamento da sanzione, come minimo, e invece la UEFA non ha preso provvedimenti: può essere che si sia voluto evitare di infierire su una situazione già difficile e paradossale.



© Riproduzione Riservata.