BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAPOLI-JUVENTUS/ Video, giornalista bianconera ingiuriosa sui partenopei

Annamaria Licata: si chiama così la giornalista che su RadioJuveWeb ha insultato a più riprese Napoli e i napoletani, prendendo a pretesto una coreografia e il recente incendio di Bagnoli.

La Città della Scienza di Bagnoli, distrutta da un incendio (Infophoto) La Città della Scienza di Bagnoli, distrutta da un incendio (Infophoto)

Ve lo avevamo raccontato a inizio settimana: al termine di Napoli-Juventus certi tifosi partenopei si erano macchiati di dichiarazioni non esattamente edificanti. Lo riproponiamo qui: insulti nei confronti degli juventini, ma più in particolari di certi cittadini del Nord Italia che non hanno rispetto per Napoli e i napoletani. Lungi da noi giustificare certe espressioni utilizzate, ma almeno le loro accuse non erano a vuoto: basta sentire il profluvio di frasi ingiuriose ad opera di Annamaria Licata sulle frequenze di RadioJuveWeb. La cosa forse peggiore è che la giornalista ha probabilmente pensato al suo intervento come un'ironia, un pezzo da cabaret, in grado di far ridere gli ascoltatori; missione decisamente fallita. Lo spunto le è arrivato dalla coreografia dei tifosi del Napoli, che venerdi 1 marzo hanno esposto una gigantografia del Vesuvio in eruzione; pochi giorni fa, come noto, c'è stato l'incendio a Bagnoli, che ha distrutto la Città della Scienza. La Bagnoli parte da qui, giocando probabilmente nella sua testa con la famosa scaramanzia partenopea: "L'unica cosa buona che avevano gli è andata a fuoco: che s…a gli ha portato quella coreografia", e lo dice ridendo, come se fosse una cosa piacevole. E poi attacca la coreografia stessa: "Quel tipo, con i fumogeni, è vietata in tutta Italia ma da loro è autorizzata, e il giorno dopo gli è andata a fuoco mezza Napoli. Ci penserei a farla ancora con il Vesuvio, perchè la prossima volta ci vedo bene anche il Vesuvio…" e via ad augurarsi un'eruzione reale, con conseguenze catastrofiche per tutto ciò che vi sta ai piedi. C'è dell'altro, ma la chiusura è da manuale della tristezza: "Gli hanno regalato Maradona per tre giorni, questi non c'hanno capito più un c …. e il giorno dopo gli hanno incendiato Bagnoli". Lo ripetiamo: le frasi dei tifosi del Napoli  sentite venerdi sera sono ingiustificabili e non giochiamo a chi ha iniziato prima, ma Annamaria Licata non è probabilmente la persona migliore per insegnare civiltà e rispetto. Almeno prima della partita era rimasta nell'ambito dello sfottò leggero: "Non conosco nessuna canzone napoletana", aveva dichiarato.

 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER ASCOLTARE LE PAROLE DI ANNAMARIA LICATA SU NAPOLI E I NAPOLETANI