BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS LEAGUE/ Video, Galatasaray-Real Madrid (3-2): gol, sintesi e highlights (ritorno quarti)

Il video di Galatasaray-Real Madrid 3-2, partita di ritorno dei quarti della Champions League 2012-2013: i gol, la sintesi e gli highlights della gara che qualifica il Real alle semifinali

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

IL VIDEO DI GALATASARAY-REAL MADRID 3-2 (CHAMPIONS LEAGUE 2012-2013, RITORNO QUARTI) -  Vince il Galatasaray, ma è il Real a passare il turno ed avanzare alle semifinali visto la netta vittoria per 3-0 all'andata. Partita che si sblocca subito e già il 7° minuto il Real trova il goal con Ronaldo. Sembra tutto facile per la squadra di Mourinho, ma il Galatasaray alza la testa e comincia a far tremare qualche volta i difensori madridisti nel primo tempo. Nel secondo tempo con l'entrata di Amrabat tra i padroni di casa è per la maggior parte del tempo dominio Galatasaray che trova per ben tre volte il goal. Si sogna l'impresa, ma è troppo tardi e Ronaldo rompe le speranze dei tifosi turchi con un altro goal che fissa il risultato finale sul 3-2. Il dominio del secondo tempo è accertato dal possesso palla finale in favore dei padroni di casa. Infatti il Galatasaray ha chiuso con il 57%, mentre il Real con il 43%. Inoltre la squadra di Terim ha chiuso la partita con un vantaggio territoriale del 55% contro il solo 19% degli spagnoli. Per quanto riguarda i tiri, Il Galatasaray ha concluso 10 volte, impegnando 5 volte Diego Lopez, mentre i Blancos hanno tirato 7 volte ed anche loro hanno impegnato il portiere avversario per ben 5 volte. C. Ronaldo è quello che ha calciato di più in porta con 5 conclusioni, seguito da Drogba e Sneijder che si sono fermati entrambi a quota tre. Si riconosce la vittoria dei turchi anche per quanto riguarda i passaggi riusciti. Infatti hanno completato l' 85% dei loro passaggi contro l'80% degli ospiti. In questa statistica si è contraddistinto Inan che su 87 passaggi ne ha realizzati bene il 91%. Complessivamente il Galatasaray può avere dei motivi di rammarico: forse se avesse interpretato in maniera diversa la partita di andata avrebbe potuto ottenere la qualificazione alle semifinali. Vero è anche che è fin troppo facile cercare un discorso del genere dopo una partita come quella di stasera; la Champions League, finale esclusa, è fatta di doppi confronti e vanno fatti in complimenti al Real Madrid per essersi messo al sicuro nella gara di andata, in previsione di una trasferta insidiosa come effettivamente si è rivelata quella di Istanbul. Un applauso in ogni caso alla squadra di Fatih Terim, sicuramente una delle maggiori sorprese dell'edizione 2012-2013. Con tutta probabilità è un arrivederci, visto che i giallorossi sono in testa alla Super Liga nazionale, e hanno buone possibilità di vincere il titolo.
CLICCA QUI PER IL VIDEO DI GALATASARAY-REAL MADRID (3-2): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE
I GOL - 7' c.RONALDO: Sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Ozil, il pallone torna a quest'ultimo che serve Khedira sulla corsa. Il tedesco mette in mezzo un pallone basso e potente per C.Ronaldo che da due passi non sbaglia. 57' EBOUE': Sneijder agisce sulla sinistra e trova un passaggio perfetto al limite dell'area per Ebouè che sta arrivando in corsa. L'ivoriano non ci pensa un attimo e lascia partire un bolide che toglie le ragnatele dall'angolino alto alle spalle di Diego Lopez. 70' SNEIJDER: Servito dalla sinistra l'ex Inter con un controllo pazzesco fa fuori Arbeloa. Tutto solo davanti al portiere piazza il pallone con il sinistro in rete. 71' DROGBA : 1 minuto dopo il gol precedente, Drogba tira fuori dal suo cappello magico il coniglio della partita. Servito con un pallone basso e rasoterra dalla sinistra manda a ripetizioni sia Varane che Diego Lopez con un tacco che lascia senza parole entrambi. Magico. 92' C.RONALDO: Bellissima combinazione fra CR7 e Benzema, quest'ultimo dopo un bel triangolo mette in mezzo un pallone facile facile per il portoghese che con di destro calcia forte e preciso. Niente da fare per Muslera.
LE DICHIARAZIONI - Si pensava ad un Mourinho molto arrabbiato con i propri ragazzi ed invece lo Special One si è intervenuto difendendo i suoi ai microfoni di Uefa.it così: “Stasera il Galatasaray non ha giocato in 11, ma in 50.000! Avevamo tutto da perdere. Adesso abbiamo una semifinale da giocare, contro una grande squadra, questo è sicuro. Non sappiamo quale sarà, ma sarà grande. Sarà difficile, ma ora è il momento di goderci il passaggio del turno e non di essere nervosi o spaventati” Dopo di lui ovviamente anche il Tecnico del Galatasaray, Fatih Terim, non può che essere soddisfatto per la vittoria dei suoi ragazzi, nonostante l'eliminazione. Ha risposto così ai microfoni di NTV SPORT: "Sostenitori incredibili, atmosfera incredibile. Mi rende felice giocare con piacere qui per dare piacere ai nostri tifosi. Ho fatto i complimenti ai miei giocatori per aver battuto una delle squadre più forti del mondo. Grazie a Mourinho che è venuto nel nostro spogliatoio per congratularsi con i nostri giocatori. Fin dall'inizio il mio obiettivo era quello di rendere orgogliosi i nostri tifosi. Oggi vedo che questo si è realizzato e sono felice per aver mantenuto la mia promessa. Si, dopo il 3-1 ho iniziato a pensare di poter andare in semifinale. Soprattutto sul goal annullato a Drogba c'è stato un momento in cui ci abbiamo davvero creduto". Didier Drogba ha concluso con queste dichiarazioni sempre ai microfoni di NTV SPORT: "Non si ha il diritto di essere delusi quando si concedono cinque goal in due partite. Abbiamo fatto molti sforzi e bruciato un sacco di energie, ma a questo livello la forza di volontà non è sufficiente. Ci vuole anche talento. Abbiamo trovato di fronte una grande squadra. Ora dobbiamo pensare a conquistare di nuovo un posto nella prossima Champions League. Ho segnato il mio 40° goal in questa competizione, sono orgoglioso di me e della mia squadra".

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER IL VIDEO DI GALATASARAY-REAL MADRID (3-2): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE