BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI/ Genoa-Atalanta: notizie alla vigilia (Serie A, 33esima giornata)

Il primo anticipo della 33esima giornata di serie A è Genoa-Atalanta: scontro salvezza con gli orobici decisamente più tranquilli, mentre il Grifone deve necessariamente vincere.

Foto Infophoto Foto Infophoto

Si gioca domani alle 18 il primo anticipo della 33esima giornata di serie A. Genoa-Atalanta è una sfida salvezza: il Grifone con 28 punti sarebbe al momento retrocesso, gli orobici invece hanno decisamente più margine e possono anche permettersi un pareggio a Marassi per essere piuttosto tranquilli, anche se siamo alle battute finali e non si può regalare nulla agli avversari. Il Genoa viene dal pareggio del derby, una mezza delusione soprattutto per il gioco che è mancato, e in generale ha avuto un periodo buio nel quale ha perso punti. L'Atalanta ha perso l'ultima partita, ma prima aveva vinto in casa dell'Inter rilanciandosi e migliorando la sua classifica. 

Il Genoa fa molta fatica nel possesso palla e nella costruzione di gioco: lo dimostrano le statistiche che lo vedono penultimo con 22 minuti e 36 secondi nel controllo del pallone, con il 59% di positività. Da questo deriva ovviamente che la supremazia territoriale non possa essere granchè, e infatti il dato è l'ultimo della serie A (con poco meno di 8 minuti e mezzo). Per contro però il Grifone tira tanto in porta: settimo, con 5 tiri che finiscono nello specchio. E' questo il punto: la squadra di Ballardini è concreta, ma il fatto di andare spesso sotto sul piano della costruzione fa sì che aumentino le difficoltà difensive, con i centrocampisti chiamati a un lavoro di contenimento che spesso ne limita la qualità. I vari Borriello, Immobile e Jankovic sono poi molto bravi a sfruttare i pochi palloni che arrivano in area, anche se il giocatore che tira di più è Kucka (63 conclusioni) sfruttando molto il tiro da fuori. Assenze pesanti domani per Ballardini, che dovrà fare a meno degli squalificati Vargas e Borriello ed è sempre senza Marco Rossi. Probabile dunque che Moretti avanzi la sua posizione, con l'inserimento di Manfredini sulla linea difensiva; davanti dovrebbe rivedersi Bertolacci, a supporto di Immobile.

E' German Denis l'uomo più pericoloso della squadra: quasi un trionfo del Tanque nelle statistiche individuali, che lo vedono primeggiare per gol (15) e tiri (81), ma anche al secondo posto negli assist, che sono 28 di cui 3 vincenti. Anche l'Atalanta però ha problemi nella costruzione del gioco: il possesso palla è di poco superiore a quello del Genoa, anche se qui la precisione è superiore (61,1%) e questo crea una maggiore supremazia territoriale (nove minuti e mezzo). Tuttavia gli orobici sono meno pericolosi: tirano in porta 3,6 volte a partita e hanno una pericolosità del 40,5%. Infatti i gol segnati sono solo due in più, mentre quelli subiti 47 contro i 50 del Genoa: a numeri le due squadre dovrebbero essere vicine in classifica, gli 11 punti effettivi di distacco derivano allora dal maggior equilibrio che l'Atalanta è riuscita ad avere nel corso del torneo, subendo sì tanti gol in certe partite ma riuscendo anche ad evitarne o ad andare in rete 4 volte contro l'Inter per prendersi la vittoria. Colantuono dovrà però inventarsi una formazione, visto che restano sempre fuori per squalifica Carmona e Raimondi e a loro si è aggiunto Denis: davanti giocherà Livaja, con Maxi Moralez a supporto perchè c'è bisogno di Bonaventura a sinistra. Giorgi dovrebbe essere l'ala destra, in mezzo Cigarini-Biondini (fuori per infortunio Cazzola).