BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Atalanta-Bologna (1-1): i voti e il tabellino della partita (serie A, 34esima giornata)

Le pagelle di Atalanta-Bologna (1-1): tutti i voti e il tabellino della partita, anticipo della trentaquattresima giornata di serie A. In gol Giorgi e Gilardino, entrambi nella ripresa

Alberto Gilardino (Infophoto)Alberto Gilardino (Infophoto)

Anticipo pomeridiano della trentaquattresima giornata della Serie A Tim 2012/2013: la partita tra Atalanta e Bologna, che si è giocata allo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, si è conclusa con il risultato di 1 a 1. Entrambi i gol sono arrivati nella ripresa: al 67' l'Atalanta è passata in vantaggio con Giorgi, poi il Bologna ha pareggiato al 76' con Gilardino.
  

ATALANTA - BOLOGNA VOTO PARTITA, 6,5: partita spenta nel primo tempo, molto piacevole invece nella ripresa, dove, soprattutto l'Atalanta ha provato a vincere la partita. Buon ritmo e buone giocate che hanno reso questa partita molto divertente.

VOTO ATALANTA, 6,5: nel primo tempo la squadra è rimasta un po' contratta, soprattutto a causa del buon ritmo del Bologna, mentre nella ripresa ha alzato i ritmi e avrebbe meritato la vittoria per il numero di occasioni create, ma una ingenuità difensiva gli ha regalato solo un punto. in ogni caso la salvezza è ad un passo.

VOTO BOLOGNA, 6: buon primo tempo, con alcune buone giocate ma poca continuità nel ritmo dell'azione offensiva a causa della buona difesa dell'atalanta; nella ripresa la squadra ha subito e basta gli attacchi dell'Atalanta e ha trovato il pareggio solo grazie ai suoi due giocatori di maggior qualità, con Diamanti che ha servito l'assist e Gilardino che ha concretizzato. 
VOTO ARBITRO, MARIANI, 6:
poteva espellere Garics, ma lo grazia; giusta la gestione dei cartellini e vengono segnalati bene i fuorigioco.
ATALANTA - BOLOGNA: I VOTI DELLA SQUADRA NEROAZZURRA 
Consigli, 6: mai impegnato, sul gol di Gilardino non può farci nulla.
Lucchini,  5: si fa saltare da Gilardino in occasione del gol, dove entra troppo morbido.
Ferri, 6: spinge molto sulla destra, ma la tanta corsa non basta a migliorare i piedi con cui spesso è impreciso; tanto cuore. 
Stendardo, 6: bene in difesa, dove non commette mai sbavature, rischia di trovare il gol in avanti.
Del Grosso, 5,5: fino a quando non si fa male soffre la spinta di Konè sulla sua fascia (Brivio, dal 28' del p.t., 7: entra e diviene il migliore in campo: serve l'assist del gol di Giorgi, spinge tantissimo e rischia di trovare il gol con un tiro da fuori).
Moralez, 6,5: più ispirato rispetto alla media di quest'anno, rischia il gol e serve alcuni buoni palloni agli attaccanti.
Cigarini, 6: fa girare la squadra non con continuità; gioca molto a sprazzi; però si vede che è quello che in mezzo al campo ha maggiore qualità.
Biondini, 6; tanta corsa, recupera tanti palloni e li affida al compagno di reparto per smistarli.
Giorgi, 6: gioca male, ma si trova al posto giusto nel momento giusto per segnare il gol del momentaneo vantaggio. (Radovanovic, dal 78' del s.t., senza voto).
Livaja, 5: si mangia un gol clamoroso, è nervoso e sbaglia tantissimi appoggi. (Parra, dal 65' del s.t., senza voto).
Denis, 6,5: fa molte sponde, serve due palloni d'oro a Livaja, prova il gol di testa senza riuscirci. Partita di sacrificio.
All. Colantuono, 6,5: la sua squadra è molto compatta e ogni giocatore sa quello che deve fare; merita ampiamente di essere praticamente salva con 4 giornate di anticipo.