BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CLASSIFICA SERIE A/ Il Campionato alla 34esima giornata

34esima giornata di serie A che si è giocata ieri e oggi: vediamo come cambia la classifica, i verdetti sono ancora tutti da definire tra scudetto, Champions League, Europa League, salvezza

Foto Infophoto Foto Infophoto

CLASSIFICA SERIE A, IL CAMPIONATO ALLA 34ESIMA GIORNATA - Dopo aver visto gli anticipi di ieri con il pareggio tra Atalanta e Bologna, la vittoria dell'Udinese a Cagliari e quella del Napoli a Pescara, la 34esima giornata di serie A regala dei verdetti importanti (clicca qui per il riassunto e i marcatori) . Su tutti quello che la Juventus ha ormai vinto uno scudetto: può festeggiare contro il Cagliari anche con un pareggio. Decisiva la vittoria, la settima consecutiva, nel derby contro il Torino: finisce 2-0 con le reti di Vidal e Marchisio nel finale, i granata non vincono da cinque partite e ora rischiano di essere risucchiati in zona retrocessione. E' stata una bella partita: la Juventus ha avuto più occasioni, ma il Torino ha risposto bene creando pericoli (con Santana e Cerci su tutti), non riuscendo però, per l'ottavo derby consecutivo, a segnare. Così i bianconeri volano e tornano a +11 sul Napoli, sapendo che ormai è fatta. Non lo è per il terzo posto per la Fiorentina, ma per una sera la pressione è stata tutta sul Milan: i viola superano l'insidiosa trasferta di Genova e si portano a 61 punti, solo per qualche ora davanti ai rossoneri. E' la squadra dei giorni migliori: Ljajic ritrova Delio Rossi dopo la rissa dello scorso anno e davanti a lui ispira i compagni, segna il secondo gol e serve un grande assist ad Aquilani per il terzo. Ispirato anche Cuadrado, ancora in rete. La Sampdoria non c'è: ora ha 6 punti di vantaggio sulla terzultima e deve stare ancora attenta. L'Inter dice invece addio in maniera definitiva al terzo posto: altra caduta, la 13esima stagionale, stavolta sul campo di un Palermo che per una domenica esce dalla zona retrocessione è ora è padrone del proprio destino. Segna ancora Ilicic, Silvestre combina un disastro ma la notizia del giorno - purtroppo - è la lesione al tendine d'Achille di Javier Zanetti, l'ennesimo infortunio di una stagione maledetta, questo tristissimo perchè può significare la fine di una carriera strepitosa (bisogna attendere gli esami). Palermo che quindi scavalca il Siena, sconfitto nettamente (0-4) da una Roma fermamente determinata a prendersi l'Europa: giornata di grazie per Osvaldo, che ne infila tre e scaccia le voci di una crisi interna. Sono 15 in campionato, gli stessi di Erik Lamela che inchioda lo splendido 2-0. Torna a sprofondare nell'incubo serie B Iachini, soprattutto perchè il Genoa non fa sconti a un Chievo svagato e nel finale vince con Borriello. A oggi sarebbe retrocesso per gli scontri diretti, ma adesso il morale è alto e le ultime quattro giornate ci diranno se il Grifone riuscirà nell'impresa di salvarsi. L'ultima partita in programma era Parma-Lazio: uno spento 0-0 che salva in via quasi definitiva il Parma e rallenta i biancocelesti, la cui corsa verso l'Europa si fa ora complicata. Nel posticipo infine il Milan ha recuperato il Catania per due volte, imponendosi infine per 4-2 e conservando il terzo posto.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER I RISULTATI DELLA 34ESIMA GIORNATA E LA CLASSIFICA DI SERIE A