BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Chievo-Genoa (0-1): i voti e il tabellino della partita (Serie A, 34esima giornata)

Le pagelle con i voti ai protagonisti e il tabellino di Chievo-Genoa: l'importante scontro salvezza era valido per la 34esima giornata di serie A e si è giocato allo stadio Bentegodi

Foto InfophotoFoto Infophoto

Vittoria fondamentale quella del Genoa a Verona: Il Grifone vince 1-0 con la rete nel finale di Marco Borriello e scavalca il Siena. Ora sono 32 i punti per la squadra di Ballardini: sarebbe ancora retrocessa per il gol subito in casa negli scontri diretti contro il Palermo, ma adesso c'è la fiducia e la consapevolezza di potercela fare, pur se non sarà facile. Il Chievo si era probabilmente costruito la salvezza domenica scorsa vincendo in Toscana: ha giocato senza credere troppo nella vittoria, spingendo solo quando era troppo tardi. 

Il campionato del Chievo resta comunque positivo: la salvezza è stata centrata salvo harakiri, Corini ha lavorato bene su un gruppo che almeno sulla carta concedeva qualcosa alle avversarie dirette. Oggi è mancata la giusta cattiveria agonistica: la classifica consentiva di non giocare una partita con il sangue agli occhi.

Finalmente si vede una squadra che lotta fino all'ultimo, mette in mostra la qualità superiore e si prende il risultato. Fosse stato sempre questo, anche con tutti i limiti evidenziati il Genoa si sarebbe probabilmente già salvato, eppure la realtà è questa. Ballardini si prende tre punti vitali, ma non è ancora finita.

Partita non facile, perchè nervosa e spezzettata: la amministra piuttosto bene, cercando di farla scorrere il più possibile.

Tiene in partita il Chievo finchè può, poi deve capitolare sul colpo di testa di Borriello.

Fa a spallate con Borriello, Floro Flores, Immobile: se la cava. Vicino al gol del pareggio.

Lui invece va spesso in difficoltà, non riuscendo a contrastare le iniziative degli avversari. Gli manca il passo.

Tiene bene la sua zona senza soffrire eccessivamente.

( Si impegna, ma lo scatto dei giorni migliori non c'è più. Un cross velenoso.)

Partita in cui cerca più che altro di contenere.

Ammonito per troppa foga, non riesce a esprimere la sua qualità

Dovrebbe fungere da metronomo della squadra, ci riesce poco. ()

Contro la sua ex squadra dimostra di avere passo e gamba, e idee chiare.

Arriva tardi sul colpo di testa di Borriello: errore che costa la partita.

Abulico, scelta sbagliata di Corini: non entra mai in partita.

( Stavolta deve accettare di non riuscire a fare la differenza)

Si muove tanto e spesso bene, Frey lo anticipa sul più bello su un cross di Luciano.