BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROGERIO CENI/ Video news, il portiere brasiliano come Al Pacino

Rogerio Ceni imita Al Pacino: prima di un incontro decisivo di Copa Libertadores, il portiere del Sao Paulo ha incitato i compagni del Sao Paulo con un discorso di grande impatto emotivo

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il discorso di Al Pacino nei panni di un allenatore di football americano in Ogni maledetta domenica è, con tutta probabilità, una delle sequenze cinematografiche più visionate degli ultimi anni. Come non emozionarsi nell'ascoltare quelle parole che inneggiano all'unità di squadra e ai centimetri da conquistare per raggiungere la vittoria? C'è chi, nella realtà, l'ha emulato: sarà successo tante volte, ma una di queste è stata filmata di recente. L'ambientazione è lo spogliatoio del Sao Paulo, e il protagonista è Rogerio Ceni, che a gennaio ha compiuto 40 anni e da qualcosa come 23 stagioni gioca nel club paulista. E' il 18 aprile 2013: il Sao Paulo affronta l'ultima partita del girone eliminatorio di Copa Libertadores (la Champions League del Sudamerica) contro l'Atletico Mineiro, la squadra dove milita Ronaldinho e una delle più forti del Paese. Bisogna vincere: solo così ci si può permettere di non guardare al risultato dell'Arsenal Sarandì, che ha una differenza reti peggiore. Dopo il discorso "tecnico" dell'allenatore Ney Franco (nel video è riconoscibile anche l'ex Inter e Juventus Lucio), arriva il momento di Rogerio Ceni: "E' la nostra partita", dice. "La gente deve dire che oggi, da qui, è passata la storia". E' inizialmente calmo, ma poi si infervora: "Guardate la gente là fuori, e pensate alla possibilità che Dio ha dato a ognuno di voi: la possibilità di fare la storia". Il resto è una preghiera rivolta a Dio, e un urlo liberatorio per scaricare la tensione. Risultato? Il Sao Paulo vince e si qualifica per gli ottavi di finale. Curiosità: il regolamento della Copa Libertadores prevede che le 16 squadre che passano il turno siano ordinate secondo una classifica di rendimento generale, che non tiene cioè conto dei gironi. Quindi, il prossimo avversario del Sao Paulo sarà… l'Atletico Mineiro.