BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHAMPIONS LEAGUE/ Video, Real Madrid-Galatasaray (3-0): gol, sintesi e highlights (andata quarti)

Obiettivo semifinale di Champions League quasi raggiunto per il Real Madrid: al Bernabeu le Merengues battono 3-0 il Galatasaray e rendono il ritorno in Turchia una sorta di formalità.

Foto Infophoto Foto Infophoto

VIDEO REAL MADRID-GALATASARAY (3-0): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (CHAMPIONS LEAGUE, ANDATA QUARTI) - La partita tra Real Madrid e Galatasaray si è conclusa con il risultato di 3 a 0. Dai dati che andiamo ad analizzare, quella tra spagnoli e turchi sembra che sia stata una partita equilibrata, ma in realtà, come dice anche il punteggio non è così. Infatti il possesso palla è stato del 50% a testa, il Real ha calciato verso la porta difesa da Muslera solo una volta in più di quanto i turchi abbiano calciato verso la porta difesa da Diego Lopez, cioè 15 volte contro 14, il Galatasaray ha avuto addirittura un maggior numero di corner, 4 contro i 2 del Madrid, e un maggior numero di passaggi intercettati, 20 contro 16. Questi dati sembrerebbero mostrare una partita equilibrata, ma non è così: infatti, come dimostra il risultato, il Madrid è sempre stato in possesso della partita e ha dominato da cima a fondo, soprattutto nella ripresa, mentre qualcosina ha rischiato nel primo tempo. In ogni caso la differenza è stata la qualità delle azioni offensive e la concretezza e il cinismo che hanno avuto i giocatori di Mourinho in questo quarto di finale: questo si vede dal fatto che il 46% dei tiri degli spagnoli è giunto nello specchio della porta difeso da Muslera, mentre i turchi hanno calciato in porta con una precisione del solo 28%. In questo senso i turchi hanno pagato la troppa libertà lasciata ai contropiedisti del Madrid, che hanno avuto gioco facile nel trovare varchi ed nell'andare a concludere in porta. Per questi motivi il risultato è giusto e il Madrid ha nettamente meritato una vittoria così larga. Non che il Galatasaray non ci abbia provato: l'orgoglio della formazione di Terim è emerso, così come la qualità più che altro dei suoi singoli, che hanno provato a impensierire Diego Lopez in qualche circostanza (un diagonale di Eboue ben parato, una conclusione da fuori di Felipe Melo). Tuttavia Sneijder e Drogba, i due pezzi da novanta del mercato invernale, non si sono pressochè visti (meglio l'ivoriano, l'ex Inter è stato addirittura sostituito all'intervallo), mentre Burak Yilmaz un guizzo l'aveva avuto e si era procurato il calcio di rigore, ma l'arbitro l'ha incredibilmente ammonito per simulazione. Oltre al danno la beffa: Yilmaz era diffidato, e così dovrà saltare il ritorno della Turk Telekom Arena. Che a questo punto diventa una sorta di formalità per il Real Madrid (che non avrà Sergio Ramos): ieri sera le Merengues hanno dato la sensazione di non aver messo nemmeno la quarta, e quando hanno veramente affondato sono riusciti a portare a casa la vittoria con uno scarto che li mette al riparo da qualunque sorpresa, perchè nemmeno l'ambiente caldissimo dello stadio del Galatasaray dovrebbe fare la differenza così tanto perchè i giallorossi ribaltino tre gol di svantaggio. Non a questo Real Madrid, che vola così verso la terza semifinale consecutiva, con un altro tabù da sfatare: raggiungere l'ultimo atto, che non vede dal 2002. Quando vinse la nona e ultima Champions League della sua storia.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DI REAL MADRID-GALATASARAY (3-0): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (CHAMPIONS LEAGUE, ANDATA QUARTI)

I GOL - La partita tra Real Madrid e Galatasaray, andata dei quarti di finale della Champions League 2012-2013, si è conclusa con il risultato di 3 a 0 a favore dei padroni di casa: sono stati segnati due gol nel primo tempo e uno nella seconda frazione di gioco. Nel primo tempo il Real Madrid è andato in vantaggio al 9' grazie alla rete di Cristiano Ronaldo: Benzema ha fatto sponda per Ozil che ha restituito palla, scambio nel breve con il francese che dalla trequarti ha servito in profondità Ronaldo che, solo davanti a Muslera, lo ha scavalcato con un tocco sotto di sinistro che è terminato in rete. Il raddoppio è arrivato al 29' con il gol di Benzema: su cross dalla destra di Essien, i due centrali hanno bucato l'intervento così come Cristiano Ronaldo, ma Benzema ha controllato a due metri dalla porta e battuto a rete segnando a Muslera sul suo palo. Nella ripresa al 73' le Merengues hanno chiuso la pratica qualificazione segnando il terzo gol con Gonzalo Higuain: sugli sviluppi di una punizione calciata dalla trequarti da Xabi Alonso, la difesa turca ha completamente dormito, e l'attaccante argentino ha colpito di testa dall'altezza del dischetto del rigore e senza nemmeno saltare, mettendo il pallone alle spalle di Muslera per la terza volta. 

LE DICHIARAZIONI -  Josè Mourinho, allenatore del Real Madrid, ha commentato così la vittoria serale dei suoi giocatori: "Abbiamo giocato bene in difesa, abbiamo rispettato il Galatasaray facendo un lavoro collettivo eccezionale. Questo per me è molto importante, abbiamo controllato Drogba e Yilmaz sfruttando la nostra forza offensiva. Il 3-0 è un ottimo risultato, ma a Istanbul dovremo dare il massimo".

Sull'altra sponda Fatih Terim non è invece molto soddisfatto della prestazione dei suoi giocatori, ma recrimina sull'arbitraggio: "Mi spiace che l'arbitro abbia fischiato sempre a favore del Real Madrid che non ha bisogno di questi aiuti. C'era un rigore, ma cosa possiamo farci? La partita è ormai finita. Abbiamo iniziato bene, ma poi dopo aver preso il gol siamo andati in difficoltà e abbiamo sbagliato molto. Purtroppo alcuni nostri giovani hanno avuto un po' di paura a causa dell'inesperienza. Davanti abbiamo avuto qualche occasione per segnare, ma non ci siamo riusciti ed è un peccato in vista del ritorno quando sarà molto difficile ribaltare questa sconfitta".

 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER IL VIDEO DI REAL MADRID-GALATASARAY (3-0): I GOL, LA SINTESI E GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (CHAMPIONS LEAGUE, ANDATA QUARTI)