BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COPPA LIBERTADORES/ Atletico Mineiro-Arsenal Sarandi (5-2): doppietta di Ronaldinho e rissa con la polizia in campo

Pubblicazione:

Ronaldinho (Infophoto)  Ronaldinho (Infophoto)

Il calcio sudamericano riserva sempre grandi emozioni, in campo e fuori. L'ultima notizia clamorosa è arrivata nella notte appena trascorsa: per la Coppa Libertadores (la Champions League del continente) era in programma la sfida Atletico Mineiro-Arsenal Sarandi, partita valida per il gruppo 3. L'incontro è terminato con il netto successo per 5-2 per i brasiliani padroni di casa ai danni della formazione argentina, anche grazie a una doppietta messa a segno dal redivivo Ronaldinho, grande ex di Barcellona e Milan. Purtroppo però la partita non verrà ricordata per le (pur tante) prodezze sul campo, ma per l'ennesimo episodio di violenza che coinvolge il calcio del Sud America, specialmente quando si affrontano – anche a livello di club – Brasile e Argentina. Al termine della partita giocata a Belo Horizonte gli argentini hanno protestato in modo veemente, contestando l'andamento della partita e l'operato dell'arbitro. Le forze dell'ordine sono intervenute in difesa sua e dei guardalinee e si sono viste a loro volta aggrediti: uno dei calciatori ha colpito un agente con una pallonata, un altro con un calcio ha fatto cadere la radio di un poliziotto. Così per sedare la rissa la polizia militare brasiliana è scesa in campo in assetto antisommossa, elmetti in testa, scudi e fucili a pompa puntati contro i giocatori argentini: solo così si è riusciti a riportare una relativa calma. Immagini molto brutte, specialmente quando si vedono i militari con i fucili puntati contro i giocatori, ma il tenente colonnello Cicero Nunes ha ribadito la correttezza del comportamento dei suoi uomini: “Quella degli argentini è stata una condotta criminale, fuori luogo in un incontro di calcio. Avrebbero potuto essere arrestati”.



© Riproduzione Riservata.