BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Bologna-Torino live: comincia la partita!

La diretta di Bologna-Torino, anticipo della trentunesima giornata di serie A che si disputa alle ore 20.45 di questa sera allo stadio Dall'Ara: segui e commenta la partita live

Stefano Pioli (Infophoto)Stefano Pioli (Infophoto)

Ci siamo, la partita tra Bologna e Torino sta per avere inizio. Sono state diramate le formazioni ufficiali delle due squadre: i rossoblu padroni di casa scenderanno in campo con il modulo 4-2-3-1, con il solito Alberto Gilardino a svolgere il ruolo di perno dell'attacco, assistito sulla trequarti da Diamanti, Kone e Christodoulopoulos per un attacco tutto italo-greco. Oltre a Perez anche Pazienza ha dovuto rinunciare: a centrocampo giocherà Khrin al fianco di Taider. In difesa Garics prende il posto di Motta squalificato, con Sorensen in panchina. Nel Torino Ventura ritrova Ogbonna al centro della difesa e preferisce Masiello a D'Ambrosio sulla sinistra. In mezzo al campo Basha agirà al fianco di Gazzi, mentre in avanti l'ex Meggiorini farà coppia con Barreto al centro, con i confermati Cerci e Santana esterni d'attacco. Curci; Garics, Antonsson, Cherubin, Morleo; Taider, Khrin; Kone, Diamanti, Christodoulopoulos; Gilardino. In panchina: Agliardi, Lombardi, Naldo, Carvalho, Sorensen, Abero, Guarente, Pulzetti, Riverola, Gabbiadini, Moscardelli, Pasquato. Allenatore: Pioli.  Gillet; Damian, Glik, Ogbonna, Masiello; Basha, Gazzi; Cerci, Meggiorini, Barreto, Santana. In panchina: Coppola, D'Ambrosio, Di Cesare, Caceres, Bakic, Menga, Stevanovic, Diop, Bianchi, Jonathas. Allenatore: Ventura.

Bologna-Torino è l'anticipo delle ore 20.45 della trentunesima giornata di Serie A. Si gioca allo stadio Dall'Ara, e la partita sarà diretta dall'arbitro De Marco. La partita suscita grandi ricordi a tutti gli appassionati che hanno sulle spalle già un buon numero di anni: rossoblu e granata hanno scritto pagine memorabili nella storia del calcio italiano, ma sono ricordi piuttosto lontani. Lo scudetto più recente è datato 1976 (per il Torino), e negli ultimi decenni le due squadre hanno conosciuto anche l'onta di diverse retrocessioni. Il presente dunque non è all'altezza del passato, e lo dimostra anche il fatto che si possa definire questa partita come uno scontro-salvezza, anche se il margine di Pioli e Ventura sulle ultime tre posizioni appare decisamente rassicurante. I felsinei hanno 36 punti, i piemontesi 35: basta ancora un piccolo sforzo per essere sicuri della permanenza nel massimo campionato, ma è meglio farlo nel più breve tempo possibile. Ecco dunque che entrambe le formazioni cercheranno la vittoria, dal momento che un pareggio davvero non modificherebbe nulla nella loro situazione. Entrambe le squadre hanno il loro punto di forza nel gioco offensivo: speriamo dunque che ci sia spettacolo, favorito anche dalla mancanza di eccessive tensioni legate alla classifica.
Il tridente formato da Alberto Gilardino, Alessandro Diamanti e Manolo Gabbiadini (con l'aiuto degli altri giocatori del reparto avanzato bolognese) è sicuramente il punto di forza del sistema di mister Pioli, un lusso per le zone medio-basse della classifica. In effetti, il Bologna ha forse fatto più fatica del previsto a ingranare una buona marcia nei primi mesi di questa stagione, ma quando ci è riuscito ha cominciato a macinare risultati con buona continuità, ed ora la salvezza è ormai ad un passo. Anche il Torino è considerata una delle formazioni più offensive, anche se in questo caso i meriti vanno più al 4-2-4 che è marchio di fabbrica di mister Ventura più che ai singoli interpreti, tra i quali comunque spicca Alessio Cerci, che si è pure conquistato una maglia in Nazionale. Di certo i risultati recenti fanno pensare che sia favorito il Bologna, e non soltanto perché avrà dalla sua il fattore campo: infatti gli emiliani hanno conquistato ben 10 punti nelle ultime cinque giornate di campionato, contro un Torino che ne ha saputi raggranellare solamente 4. Dunque il Bologna vuole proseguire questo periodo per arrivare al più presto alla famosa “quota 40”, spartiacque tra chi ancora deve soffrire e chi invece può godersi un tranquillo finale di stagione, mentre il Torino farà di tutto per invertire la tendenza, perché è meglio non correre rischi e mantenere le distanze con le squadre attualmente pericolanti. Ma ora la parola deve passare al campo, perché l'anticipo della trentunesima giornata di serie A Bologna-Torino sta per cominciare…

© Riproduzione Riservata.