BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Barcellona-Bayern Monaco (0-3): i voti e il tabellino della partita (Champions League, semifinale ritorno)

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Bayern Monaco

Viene inquadrato dalle telecamere solo in occasione delle due parate che è chiamato a fare. Poi ci si dimentica che è in campo anche lui.

A sinistra non passa nessuno, sia Pedro che Iniesta. Altra partita impeccabile sia in fase difensiva che quando si tratta di ripartire.

Sebbene non sia tra i difensori più rapidi e reattivi nel panorama europeo, contro i folletti catalani non va mai in difficoltà. Sempre in anticipo, annulla in area ogni trama avversaria.

Come il compagno gioca una partita di poca sofferenza. Contro di lui gli attaccanti di Vilanova non passano quasi mai. 

Preferisce mantenere un assetto più difensivo che comuque viene premiato. Alves e Villa che transitano sulla sua corsia rimangono poco pericoloso.

Onnipresente. Come definito dal suo stesso allenatore è il centrocampista perfetto e, aggiungiamo noi, in una squadra perfetta. Annulla con una partita tutta la storia della mediana blaugrana.

(dal 67') entra a partita già archiviata. Per lui più allenamento che vera partita.

Sembra incredibile al Camp Nou ma il basco del Bayern gioca una partita di ordinaria amministrazione del centrocmapo, mai un passaggio sbagliato e giusti interventi in nel recupero palla. 

(dal 75')

Straripante. Un vero fiume in piena canalizzato tutto sulla corsia di destra. Segna un gol "alla sua maniera" con la solita e risaputa finta a cui però tutti ci abboccano. Anche difensivamente si mostra un giocatore completissimo e di grande disponibilità

Segna il terzo gol e raccorda per tutta la partita centrocampo e attacco. Elemento che completa alla perfezione la fase offensiva del Bayern.

Migliore in campo. Determinante in fase di non possesso quando raddoppia tornando fino alla sua area ed eccezionale quando si tratta di ripartire. Salta sempre l'uomo e fornisce l'assit che poi Piqué senza volerlo trasforma nello 0-2.

Si sacrifica per la squadra dal primo all'ultimo minuto, in attacco cerca la profondità ma purtroppo per lui non riesce mai ad arrivare davanti a Valdes. Gioca alla perfezione con i compagni. 

4-0 settimana scorsa. 0-3 questa sera. In totale sono 7-0, un risultato pazzesco se si pensa che davanti c'era il Barcellona. Il suo è un calcio totale e ultra offensivo. In una parola perfetto.

 

(Giorgio Davico)