BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIVE/ Sara Errani-Serena Williams: in diretta la partita di tennis (semifinale Madrid)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

DIRETTA SARA ERRANI-SERENA WILLIAMS: LA PARTITA (TENNIS) - Errani-Williams: una partita impossibile? Forse no: La piccola romagnola tutta dinamite affronta questa mattina (si entra in campo alle 10:50) sul Manolo Santana, il campo centrale, la numero 1 al mondo Serena Williams. Sara Errani arriva carica all'appuntamento, dopo essersi sbarazzata della Makarova, anche se ora si trova davanti a un "mostro". Siamo a Madrid, questo è un torneo Premier Mandatory (cioè i più importanti dopo i quattro Slam) e sono le semifinali. La superficie è la terra rossa, ed è questo il motivo per cui la tennista bolognese non parte totalmente battuta. Pur se, dobbiamo dirlo per onestà, non è certo favorita: da lunedi Sara tornerà numero 6 nel ranking WTA perchè comunque vada avrà migliorato il risultato ottenuto qui lo scorso anno (a Madrid non era mai andata oltre i quarti) ma Serena Williams resta di un'altra categoria, una giocatrice che quando è in forma può demolire qualunque avversaria senza troppo penare. I precedenti ci dicono di quanto sarà difficile l'impresa: quattro volte si sono incrociate le due ragazze, quattro volte ha vinto l'americana. Sulla terra un solo precedente: nel 2008, troppo lontano perchè possa fare da termine di paragone. Più utile quello giocato alla fine dello scorso anno: erano gli US Open (quindi cemento), si giocavano le semifinali e Serena non fece vedere la pallina alla Errani. Certo: la superficie non aiutava, e quella Williams era incontenibile (avrebbe vinto il torneo, il terzo in fila dopo Wimbledon e le Olimpiadi, e poco più tardi avrebbe fatto poker con il Master). Però quella partita dà la proporzione di cosa una Errani al 100% potesse fare contro una Williams al 100%: ben poco eppure forse oggi qualcosa potrebbe far cambiare le quotazioni del borsino per Errani-Williams. Qui abbiamo il colore rosso sotto i piedi, e Serena ha già mostrato di non sopportarlo granchè: al Roland Garros 2012 uscì addirittura al primo turno contro una giocatrice non certo memorabile come Virginie Razzano (va anche detto che la leader del circuito non stava benissimo).
CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI SARA ERRANI-SERENA WILLIAMS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE
A proposito di colori: lo scorso anno, per ragioni legate allo sponsor la terra dei campi di Madrid fu colorata di blu, per la prima volta nella storia. I giocatori non la presero troppo bene: dissero in coro che sembrava di stare sui pattini, e che i riflessi disturbavano la vista. Esperimento fallito, e ritorno al più classico rosso. Il fatto che la sfida di oggi non sia impossibile è motivato dai quarti di finale. Serena Williams si è trovata di fronte Anabel Medina Garrigues, giocatrice ampiamente alla sua portata, e ha sì vinto, ma solo al terzo set e dopo aver concesso un clamoroso 0-6 nel secondo parziale alla sua avversaria. Abbiamo pensato tutti: si sarà riposata. No: ha dovuto poi recuperare un break di svantaggio e risalire da 4-5 per chiudere la partita. Su questo deve puntare Sara Errani: sul fatto che ogni tanto l'americana abbia delle pause mentali che la fanno uscire dalle partite, e su un fisico che non è più quello di una ventenne e di conseguenza ogni tanto la tradisce (soprattutto la schiena, come accaduto a Melbourne lo scorso gennaio). Sarita sull'atletismo è decisamente superiore, e allora deve provare a spostare la sua avversaria con la variazione dei suoi colpi, cercando di resistere alle micidiali combinazioni servizio-dritto della Williams o alle risposte (il punto debole della nostra atleta, lo sappiamo, è il servizio, che ha comunque migliorato). Sulla terra i colpi di Serena sono meno incisivi che su altre superfici: la Errani ha il compito di provarci, e se poi non funzionerà avrà comunque giocato un grande torneo. Che l'ha vista eliminare avversarie non irresistibili ma che potevano dare fastidio: come la rumena Sorana Cirstea, o Varvara Lepchenko che aveva eliminato Roberta Vinci. La Makarkova, poco abituata alla terra, è stata battuta in meno di un'ora e venti: un bel segnale. Chi vince questa partita affronta in finale la vincente del match tra Maria Sharapova e Ana Ivanovic: meglio, decisamente, la serba per Sara. Che adesso però deve rimanere concentrata sulla semifinale: la partita contro Serena Williams sta per cominciare…

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LA DIRETTA DI SARA ERRANI-SERENA WILLIAMS LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE



  PAG. SUCC. >