BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CLASSIFICA SERIE A/ Il campionato alla 37esima giornata

Risultati e classifica di serie A dopo la 37esima giornata: Genoa e Torino sono salve, Palermo e Siena invece sono retrocesse in serie B. Fiorentina ancora in corsa per la Champions League

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Altri verdetti in arrivo dalla 37esima giornata di serie A. Dopo aver visto la Juventus mancare in un colpo solo il record di punti e di vittorie consecutive a causa del pareggio 1-1 sul Cagliari (comunque dolce: al termine c'è stata la festa con mogli, fidanzate e figli) e la vittoria del Catania sul Pescara che spinge gli etnei all'ottavo posto, oggi purtroppo bisogna raccontare di due retrocessioni, entrambe maturate alle 12:30. Il Siena era praticamente già in serie B: serviva un solo punto da parte del Genoa per spingere i toscani in cadetteria dopo due stagioni. Puntualmente avvenuto: il Grifone pareggia 0-0 contro un'Inter che non aveva più nulla da chiedere (e che viene scavalcata dal Catania diventando nona in classifica) e condanna la squadra di Beppe Iachini. Al tempo stesso, fa esplodere la gradinata Nord di Marassi: il Palermo infatti perde a Firenze e sprofonda in serie B dopo nove stagioni. Al Franchi decide un grande ex come Luca Toni: così, la Fiorentina resta in piena corsa per la Champions League ma per continuare a sperare ha bisogno che il Milan non batta la Roma questa sera. Sempre alle 12:30, partita sostanzialmente senza temi quella del Bentegodi tra Chievo e Torino: l'1-1 non scontenta nè Corini nè Ventura, che è ufficialmente salvo. Apre Thereau, pareggia Cerci su rigore e va bene così. Alle 15, la festa del Napoli per la Champions League raggiunta a metà settimana esplode solo nel finale: prima, il Siena fa vedere le streghe a Mazzarri, che va sotto per il primo gol in serie A di Fabrizio Grillo. Pareggia il solito Cavani, che mette dentro il gol numero 28 in serie A, 103 con la maglia partenopea; chiude e dà i 3 punti la rete di Marek Hamsik. Nel finale tutti sotto la curva e giro d'onore, per Mazzarri e Cavani forse l'ultimo al San Paolo. VIttoria importante anche per l'Udinese: i friulani vincono in rimonta contro un'Atalanta già tranquilla e sono sempre più quinti, in odore di Europa League. A Udine segna subito De Luca, ma i friulani non ci stanno: come al solito ci pensa Totò Di Natale, la cui doppietta vale al giocatore i 22 gol in serie A e alla squadra di Guidolin i 63 punti in classifica. Due in più della Lazio, che non ha particolari problemi a battere la Sampdoria dell'ex Delio Rossi e a rimanere in corsa per l'Europa. Apre Floccari, raddoppia nel finale Candreva su calcio di rigore: biancocelesti che potranno sempre contare sulla finale di Coppa Italia. Alle 18 si gioca invece Parma-Bologna.