BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

GIRO D'ITALIA 2013/ Decima tappa, Cordenons-Altopiano del Montasio (167 km): il percorso e le salite

La decima tappa del Giro d'Italia 2013, Cordenons-Altopiano del Montasio (167 km), è il primo arrivo in salita della Corsa Rosa con due ascese durissime: il percorso e tutte le informazioni

Michele Scarponi in azione al Tour 2012 (Infophoto)Michele Scarponi in azione al Tour 2012 (Infophoto)

Dopo il giorno di riposo, l'edizione numero 96 del Giro d'Italia ci regala il primo arrivo in salita. Siamo arrivati alla decima tappa, e la carovana rosa ha affrontato un lungo trasferimento da Firenze al Friuli, dove andrà in scena lo spettacolo della Cordenons-Altopiano del Montasio, 167 km con due fra le salite più difficili dell'intero Giro. Insomma, da oggi si volta pagina: se la prima settimana è stata splendida, ricca più di quanto ci si potesse aspettare di emozioni e momenti da ricordare, adesso il gioco si fa davvero duro. La tappa di oggi non è considerata fra i grandi tapponi di questa edizione, eppure le due salite in programma presentano i tratti in assoluto più impegnativi di tutto il Giro. Andiamo dunque a scoprire cosa c'è in programma. Ritrovo di partenza in piazza della Vittoria a Cordenons dalle ore 11.05, partenza alle ore 12.35. I primi 80 km, fino a Tolmezzo, sono completamente pianeggianti, poi si entra nella Carnia e si inizia gradualmente a salire. Comunque non ci sarà nessun problema fino a Paularo, dove al km 102,6 è in programma il primo traguardo volante di oggi. Poi la musica cambia, perché la corsa affronterà la durissima salita verso il Passo Cason di Lanza: fino a poche settimane fa era un sentiero di montagna, è stata asfaltata apposta per il Giro. Si tratta di una salita durissima, anche se spezzata a metà da 2,5 km di discesa. Dunque, il primo tratto misura 6,2 km e presenta punte di pendenza fino al . Poi si tira il fiato, ma quello che deve ancora venire è anche peggio: gli ultimi 6 km presentano ben quattro tratti durissimi, il terzo prevede 1,5 km al 16% ed è in assoluto il più impegnativo di tutto il Giro. Il Gpm, naturalmente di prima categoria, è posto al km 117,4 e globalmente la salita è di 12,3 km (escluso il tratto in discesa), con pendenza media del 8,5%. A quel punto mancheranno 50 km all'arrivo di Montasio. Quasi 30 sono di discesa, passando da Pontebba (dove finisce il tratto tecnicamente più impegnativo, con alcuni tornanti stretti) e fino a Chiusaforte. Dopo si ritorna a salire, anche se nei primi 11 km sarà una salita molto leggera. Poi però ricomincerà ad essere durissima salita per raggiungere l'altopiano con gli alpeggi dove si produce l'omonimo formaggio.