BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni / Benfica-Chelsea: ultime novità (finale Europa League)

Foto Infophoto Foto Infophoto

"Se vinceremo sarò molto orgoglioso, perchè abbiamo lavorato duramente per questo obiettivo", ha detto Rafa Benitez, che in Europa può vantare la vittoria di una Coppa UEFA e una Champions League. "Il merito è dei giocatori, ogni giorno rientro dagli allenamenti pensando che hanno fatto il loro meglio e il fatto che siamo ad Amsterdam a giocarci la finale ne è la prova. Da un po' di tempo giochiamo due partite alla settimana, dobbiamo saperci adattare al fatto che la rosa è stanca e che infortuni e squalifiche aumentano. Abbiamo già svolto un grande lavoro e speriamo ora di poter fare qualcosa di più". Benitez il prossimo anno non sarà piùà l'allenatore: i tifosi lo sopportano a stento, ma la verità è che a Stamford Bridge non ha lavorato male. "Penso sappiate tutti chi verrà qui a luglio", aveva detto poco tempo fa: ieri però non ha voluto saperne di rispondere a domande su Mourinho o quello che farà lui. Concentrazione massima solo su stasera: John Terry potrebbe partire dalla panchina per un problema alla caviglia, in questo caso andrebbe in campo Ivanovic al centro insieme a Gary Cahill, con Azpilicueta sul versante destro e il recuperato Ashley Cole a sinistra. David Luiz, ex della partita e autore di due gol in semifinale, ormai gioca stabilmente da mediano al fianco di Frank Lampard (in partenza a fine stagione), la linea delle tre mezzepunte è composta da Juan Mata e Oscar che partono larghi e Ramires (non convocato da Felipe Scolari per la Confederations Cup) incursore centrale. La punta unica è Fernando Torres, sicuramente il giocatore che più ha beneficiato dell'arrivo del suo mentore Benitez in panchina. 

I nomi ci sono: Marko Marin recupera in extremis e vive la gioia di essere in panchina dopo una stagione sfortunatissima, Youssi Benayoun ormai ha un'esperienza internazionale dichiarata, John Terry pur se infortunato è una risorsa in più anche se tenuto a gridare consigli ai compagni. I giovani Victor Moses e Bertrand (decisamente più il primo) ormai sono parte integrante del gruppo e hanno accumulato partite importanti con la squadra. Infine Paulo Ferreira, che con il Porto ha vinto Coppa UEFA e Champions League in due stagioni e quindi sa come si alza una coppa.

Benitez deve fare a meno dell'uomo di maggior classe, ovvero Eden Hazard: un'assenza pesante per il Chelsea, che nonostante questo ha la qualità per sopperire al talento del fantasista belga. Nessuno squalificato.