BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Giro d'Italia 2013 / Tredicesima tappa, Baldato (ds Bmc): Cavendish, velocisti si nasce. Ecco la strategia di Evans (esclusiva)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Sta sicuramente bene, ha molte motivazioni, vuole essere sempre tra i primi e quando non succede si arrabbia. Ha preparato nel modo migliore il Giro d'Italia e il morale sicuramente non gli manca.

Come valuta la corsa della Bmc fino a oggi? La squadra c'è, questo è indubbio; è concentrata al punto giusto e fa di tutto per ottenere i suoi obiettivi, il primo di tutti quello di aiutare Evans.

Dove pensate di battere Nibali? Evans punterà ad arrivare a lottare per la vittoria negli ultimi tre giorni. Quello che potrebbe aiutarlo è la resistenza, la capacità di sopportare sforzi notevoli, come è sua caratteristica. Sul piano tecnico potrebbe essere favorito nella cronometro.

Oggi intanto altra vittoria di Cavendish, da ex velocista come lo giudica? E' incredibile, veramente impressionante. Oggi è partito dalla decima posizione nella volata, poi ha trovato la forza e la capacità di vincere come voleva.

E' il più forte di tutti i tempi? Per quanto riguarda i velocisti che ho visto, era fortissimo anche Cipollini. Cavendish ha però in più gli ultimi 50 metri stratosferici. E' inutile: ci può essere qualsiasi allenamento, qualsiasi preparazione tecnica, ma velocisti si nasce, è nel dna di un corridore diventare grandi in questa caratteristica.

 

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.