BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Giro d'Italia 2013 / Quindicesima tappa, Bartoli: contentissimo per Visconti, conterraneo d'adozione. Il ricordo di Pantani... (esclusiva)

Foto InfophotoFoto Infophoto

E' un ragazzo che stupisce sempre: nelle tappe in salita è sempre nel gruppetto dei migliori; è un corridore davvero interessante, e sicuramente la classifica può migliorare rispetto ad ora. Ha preso la maglia bianca, si è avvicinato al podio: con le tappe che restano, soprattutto la cronoscalata, penso che il podio possa essere alla sua portata, anche se davanti ci sono corridori forti. Però sta bene: in generale, mi aspetto una settimana finale molto bella.

Nibali può ancora perderlo, questo Giro? Credo che nell'ultima settimana non ci sia spazio per una piccola crisi: o c'è quella grossa, oppure non c'è per niente. un giorno di difficoltà si può sempre pagare caro: hai tutto un Giro nelle gambe. La posizione di Nibali è sempre più salda, ma di sicuro non può ancora dormire tranquillo. 

Sia lui che Visconti hanno ricordato Pantani, e quell'impresa sul Galibier: cosa resta oggi di quel giorno? Non c'è stata solo quella: ogni volta che trovava una salita, Marco faceva un'impresa. Ne andrebbero ricordate molte di più. Oggi, trovare un altro che possa fare qualcosa come lui è difficile. 

Come mai? Non tanto perchè siano cambiati i tempi, le velocità o le preparazioni; è proprio il fatto che uno come Pantani oggi non c'è. Manca uno forte come lui, al momento non vedo nessuno che possa fare un'impresa come le faceva lui.

 

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.