BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle / Pescara-Fiorentina (1-5): i voti e il tabellino della partita (Serie A, 38esima giornata)

Le pagelle con i voti dei protagonisti e il tabellino di Pescara-Fiorentina: i viola cercavano l'impresa per centrare il terzo posto, lo facevano in casa di un Pescara retrocesso da tempo

Foto InfophotoFoto Infophoto

E' una beffa quella per la Fiorentina. All'87' i viola erano in Champions League, perlomeno ai preliminari: finisce con l'Europa League perchè a Siena il Milan si vede concedere un rigore dubbio e poi segna con Mexes. Il traguardo svanito nel finale, con sorpasso e controsorpasso, non cancella una stagione strepitosa, condotta sopra le righe e oltre le aspettative che parlavano sì di una stagione di risalita, ma non certo da 70 punti dopo che il baratro della serie B si era spalancato sotto i piedi della squadra lo scorso giugno. La serie B è una realtà da stasera per il Pescara, che ci torna dopo un anno: inevitabile la resa questa sera, ma c'è un gruppo che può ripartire bene dalla cadetteria, giovani interessanti con i quali costruire il futuro.

Certo non era questa la serata giusta per salutare i tifosi con una vittoria: di fronte c'era un avversario con motivazioni a mille, e di qualità decisamente superiore. Anche così, la prestazione è stata negativa e senza appelli: aver subito 5 gol dopo nemmeno un'ora di gioco è sintomo di resa senza onore e senza nemmeno la voglia di salutare con un certo impegno. Pazienza: domani è un altro giorno. 

E' un voto alla stagione: la Fiorentina ha condotto un campionato strepitoso, e la mancata Champions League è un rammarico piccolo piccolo se si riesce a ricordare quanto di buono ha fatto questo gruppo. Tantissime le scommesse di mercato vinte, a cominciare da Vincenzo Montella che dopo l'annata positiva di Catania ha timbrato la viola con la sua idea di calcio. Vincente, anche se dovesse partire Jovetic.

La partita è finita prima della mezz'ora: messa così, c'è ben poco da fischiare e decidere. Si congeda dalla stagione in grande relax.

Non è colpa sua, anzi; però ne prende comunque cinque, che sono tanti. 

Gli passano da tutte le parti, può fare ben poco. 

Disastro: gli entrano dappertutto, la difesa sembra una groviera.

Lui pure è il colpevole principale del tracollo.

( Entra con i buoi scappati da una vita. Soddisfazione perchè calca un campo di serie A)

Fortuna che in Under 21 la squadra è più solida: serataccia.

Non riesce a fare il dovuto filtro in mezzo al campo, e così la Fiorentina ne approfitta.

Condivide le colpe del compagno di reparto nel non interrompere alcuna trama avversaria.

( Grandissima soddisfazione per questo ragazzo del '94, in gol appena dopo l'ingresso in campo. Che era l'esordio in serie A)

Forse uno dei meno peggio, grinta e fisico li mette sempre.

Il talento c'è: arriveranno altre occasioni, magari già il prossimo anno in serie B.

Voto che racchiude sei mesi in cui non ha portato sostanzialmente nulla in casa Pescara.