BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Benfica-Fenerbahçe live: la partita comincia!

Europa League, Benfica-Fenerbahce: la partita in diretta. All'andata i turchi si sono imposti per 1-0 a Istanbul, il Benfica ha l'esperienza giusta per ribaltare il risultato dell'andata

Foto Infophoto Foto Infophoto

Sono state rese note le formazioni ufficiali di Benfica-Fenerbahce, semifinale di ritorno di Europa League. All'andata è finita 1-0 per i turchi: i lusitani devono quindi ribaltare il risultato, ma nell'unico precedente al Da Luz hanno vinto 7-0 contro i gialloblu. Scende in campo con il 4-4-2 Jorge Jesus: André Almeida e Maxi Pereira a sinistra, recupera Luisao che gioca in mezzo con Matic e Lima sulle corsie e Gaitan-Cardozo coppia d'attacco. Così di base, poi è possibile che il Benfica si disponga con il 4-2-3-1 o il 4-3-3. E' invece un 4-2-3-1 quello del Fenerbahce, non ci sono novità rispetto alle indiscrezioni della vigilia con Moussa Sow punta centrale, Yobo in mezzo con il matchwinner dell'andata Korkmaz e il ritorno in campo di Sahin, al fianco di Cristian in mediana. Attenzione, naturalmente, all'esperienza di Kuyt.  Arthur; Almeida, Garay, Luisao, Pereira; Matic, Pérez, Salvio, Lima; Gaitán, Cardozo. A disp.: Paulo Lopes, Jardel, Aimar, C. Martins, Urreta, Rodrigo, Melgarejo. All.: J. Jesus.  Volkan; Gönül, Yobo, Korkmaz, Ziegler; Sahin, Cristian; Kuyt, Ucan, Erkin; Sow. A disp.: Gunok, Ali Kaldirim, Irtegun, Topuz. Stoch, Senturk, Simsek All.: A. Kocaman.


Si gioca questa sera alle 21:05, nella splendida cornice dell'Estadio Da Luz di Lisbona, Benfica-Fenerbahce, gara di ritorno delle semifinali di Europa League. Si parte dal risultato di 1-0 in favore dei turchi, maturato nella partita di andata a Istanbul: dunque, per qualificarsi il Fenerbahce deve vincere o pareggiare con qualunque risultato, oppure perdere con un gol di scarto nel caso ne segnasse uno, perchè come noto le reti in trasferta contano doppio. Il Benfica invece non ha che un risultato: la vittoria, con almeno due gol di scarto. Solo con l'1-0 si andrebbe ai supplementari, ed eventualmente ai calci di rigore. Dunque è favorito il Fenerbahce; ma, come ha ricordato Kocaman nella conferenza stampa della vigilia (clicca qui per le parole degli allenatori e le probabili formazioni), il Benfica ha più esperienza internazionale, e dunque si parte da una situazione che può essere letta sostanzialmente come una perfetta parità. Tra le due formazioni ci sono tre precedenti: attenzione, perchè se i turchi dovessero guardare solo le statistiche non scenderebbero nemmeno in campo. A parte la partita di andata, Benfica e Fenerbahce si sono affrontate solo nel primo turno di Coppa dei Campioni del 1975: all'andata vinsero 7-0 i portoghese, che poi al ritorno caddero 1-0 ma naturalmente in maniera ininfluente. L'altro dato è che le Super Aquile hanno giocato tre partite a Lisbona contro squadre turche: in due occasioni hanno vinto, una volta sola hanno perso, nel 2008, con un bilancio di sei gol fatti e due subiti. Per quanto riguarda le trasferte portoghesi del Fenerbahce ce ne sono due: una vittoria però lontana (1990), una sconfitta nel 2008, bilancio di 4 gol realizzati e 5 subiti. Per il Fenerbahce si tratterebbe inoltre della prima finale assoluta in Europa. C'è un portoghese che gioca nel Fenerbahce, ma questa sera è indisponibile (e non ci sarà fino al termine della stagione): Raul Meireles è passato al club gialloblu dal Chelsea nel corso della sessione invernale del gennaio 2012. In campo ci sono giocatori che hanno già alzato una coppa internazionale: Pablo Aimar ha vinto Coppa UEFA e Supercoppa Europea con il Valencia, Salvio per due volte ha trionfato con la maglia dell'Atletico Madrid. Per quanto riguarda il Fenerbahce, lo stesso Meireles ha vinto la Champions League lo scorso anno con il Chelsea (eliminando il Benfica nei quarti di finale) mentre Dirk Kuyt la Coppa dalle grandi orecchie l'ha sollevata con il Liverpool nel 2005 (giocando anche la finale nel 2007). 
Il Benfica ha vinto 12 delle ultime 13 partite casalinghe, e in Europa in termini generali non perde dallo scorso ottobre, quando è stato battuto dal Barcellona in Champions League. E' una delle due formazioni che sono "retrocesse" dalla competizione principale (l'altra è il Chelsea) ancora in gara: perdendo a Istanbul ha messo fine a una striscia di 38 partite senza sconfitte, ma in questa stagione il Da Luz non è mai caduto: 0 sconfitte in 19 partite. Le squadre eliminate dalla Super Aquile sono state il Bayer Leverkusen, il Bordeaux e il Newcastle: in casa, sei gol fatti e due subiti in tre partite. Naturalmente la speranza di molti è riposta in Oscar Cardozo, il bomber paraguayano della squadra; ma Jorge Jesus punta anche sull'esperienza di un gruppo che lo scorso anno ha giocato i quarti di finale di Champions League, andando davvero vicino alla semifinale. Il Fenerbahce invece l'Europa League l'ha iniziata dai gironi: nel gruppo C ha chiuso con 13 punti davanti al Borussia Monchengladbach, con 4 vittorie, 1 pareggio e una sola sconfitta. Poi 0-0 e 1-0 contro il Bate Borisov, 1-0 e 1-1 contro il Viktoria Plzen e infine la vittoria casalinga 2-0 contro la Lazio seguito dall'1-1 dell'Olimpico. Attenzione ad un dato: fuori casa il Fenerbahce ha subito appena tre reti, e prima del gol di Lulic la porta di Volkan Demirel era rimasta inviolata per 446 minuti nelle partite in trasferta. Sono numeri che naturalmente devono mettere paura al Benfica, che però affronta una squadra priva di Mehmet Topal, Raul Meireles e Webo, ovvero tre elementi della squadra che sono molto importanti per l'economia del gioco turco. Non ci resta ora che vedere come andrà a finire la partita: Benfica-Fenerbahce sta per cominciare…