BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Giro d'Italia 2013 / Conti: Nibali padrone, Santambrogio rivelazione, ma tutti eccezionali con il maltempo (esclusiva)

Pubblicazione:lunedì 20 maggio 2013

Santambrogio precede Nibali a Bardonecchia Santambrogio precede Nibali a Bardonecchia

Ha detto che il ciclismo italiano non è assolutamente in crisi, se si pensa che oltre a Nibali ci sono personaggi come Santambrogio, Battaglin e Paolini, veri protagonisti della corsa rosa.

Chi si è messo di più in luce finora fra i meno attesi alla vigilia? Un nome su tutti, cioè Santambrogio. Ora dovrà vedere se è più un corridore da grandi classiche o da corse a tappe.

Un giudizio su questi primi arrivi in salita? Difficili, molto interessanti e di grande valore tecnico, anche se manca ancora tanto tempo e tante salite importanti da affrontare.
Quanto hanno influito le condizioni del tempo? Hanno magari aiutato Nibali, che patisce meno il freddo, e invece hanno sfavorito altri corridori, ma nel ciclismo è così, essendo uno sport all'aperto.

Come sono state vissute queste giornate nella carovana? Ci si è resi conto che i ciclisti sono dei super-atleti, corridori che praticano uno sport estremo, capaci di fornire prestazioni straordinarie.
Evans o Uran sarà l'anti Nibali? Il Giro potrà cambiare soltanto se ci sarà un crollo di Nibali, certo Evans si giocherà molto nella cronometro di giovedì, mentre Uran è corridore imprevedibile, capace di fornire prestazioni molto importanti.

Giro all'altezza delle attese? Sì, è un Giro che ha ripagato i tanti tifosi del ciclismo con tante emozioni, ci ha fatto vivere bellissime pagine di sport.

Ci sarà però qualcuno in grado di eguagliare le imprese di Pantani? No, Pantani e le sue imprese in montagna restano ineguagliabili e irripetibili, sono entrate nella leggenda del ciclismo. Era tanto grande in corsa, così fragile nella vita normale. Pantani fa parte del mito di questo sport.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.